Quotidiani locali

Furto in Comune e a La Bodeguita, tre ventenni indagati per ricettazione

Livorno, a casa è stata trovata la refurtiva dei colpi: soldi, pc, voucher, una fotocamera e uno schermo.  Decisive le immagini del market dove è stata venduta parte della merce rubata 

LIVORNO. Occhiali da sole, giacche alla moda, andatura molleggiata e cappellino da baseball indossato al contrario. Si sono presentati così la mattina di San Valentino tre ventenni all’interno del market di via della Pina d’Oro, a due passi da piazza della Repubblica. In tasca buona parte della merce rubata la notte precedente all’ufficio asili del Comune di Livorno, in via delle Acciughe, e al ristorante La Bodeguita, uno dei locali più frequentati della Venezia.

Ora i tre Quintana Williams Serrano, 25 anni, e i cugini Eljo e Luciano Spaneshi, 21 e 24 anni, sono stati indagati dalla squadra mobile per ricettazione. A loro gli agenti sono arrivati nel tardo pomeriggio di martedì mettendo insieme una serie di elementi, tra cui anche le immagini registrate all’interno del supermercato e finite ora agli atti.

leggi anche:

Il primo passo falso di uno tre giovani è stato quello di recarsi in Fortezza Vecchia per acquistare un dosa di hashish. Fermato dagli agenti, Serrano (segnalato alla prefettura anche come consumatore) è stato trovato in possesso di un telefono cellulare, di due voucher con intestazione “La Bodeguita” e della somma di 290,35 euro in banconote e monete di vario taglio, tutti beni che sono risultati esser stati trafugati la notte precedente dal ristorante.

Nel corso dello stesso controllo polizia, il più piccolo dei cugini Spaneshi è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, di cui non giustificava la detenzione e per il quale è stato denunciato anche per il reato di porto abusivo di arma. Ma non solo, perché gli agenti hanno trovato anche una fotocamera digitale e dalla memoria sono venute fuori le immagini dell’ufficio pubblico del Comune dove si svolge l’attività amministrativa di gestione degli asili nidi.

A casa dell’ultimo indagato gli agenti hanno invece rinvenuto anche un monitor tv da 40’’, rubato dal ristorante “La Bodeguita”, nonché un pc e una macchina fotografica di proprietà del Comune. Dall’acquisizione delle telecamere di videosorveglianza interne al minimarket di via della Pina d’Oro è infine venuto fuori che i tre indagati per ricettazione nella mattinata del 14 febbraio avevano venduto parte dei beni rubati la notte precedente. Tutta refurtiva dei due furti è stata riconosciuta e restituita alle persone offese.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista