Quotidiani locali

Transennata la chiesa di San Giovanni Battista

Livorno, si tratta  di una dei più antichi edifici sacri di Livorno: il lavoro si è reso necessario in seguito al distacco di frammenti di intonaco

LIVORNO. Transenne alla chiesa di San Giovanni Battista, una dei più antichi edifici sacri di Livorno: l'intervento si è reso necessario in seguito al distacco di frammenti di intonaco verificatosi alcuni giorni fa dalla facciata principale e da quella laterale (che qualche mese addietro aveva già richiesto una piccola transennatura). Sul prospetto principale, affacciato su via Carraia, è stato inoltre allestito per sicurezza un ponteggio a mantovana che sovrasta il portale di accesso alla chiesa.

Nel frattempo l'accaduto è stato segnalato al Fec (Fondo edifici di culto), l'organismo governativo con sede a Roma che provvederà al da farsi, così come tre anni addietro si è proceduto per il rifacimento del tetto: la chiesa di San Giovanni Battista appartiene infatti allo Stato, al ministero dell'Interno a cui fa capo il Fec. Tale condizione risale al 1867 quando il Regno d'Italia decise di confiscare beni mobili ed immobili di ordini religiosi ed enti ecclesiastici (nel totale furono circa 700 gli edifici sacri, fra chiese, conventi e basiliche ad essere incamerati dallo Stato confluendo in un apposito fondo immobiliare). Completata dai Padri Agostiniani nel 1624 (ma l'impianto dovrebbe risalire al XIII secolo) la chiesa è dal 2002 affidata alla Comunità di Sant'Egidio che ne cura l'apertura per la preghiera serale (dal lunedì al sabato, ore 19.30) e la messa domenicale (ore 10.30).

«Stiamo però studiando - spiega Sabatino Caso della Comunità di Sant'Egidio - di poter aprire la chiesa anche durante il giorno, magari un paio d'ore la mattina e altrettante il pomeriggio». L'antica chiesa mantiene perciò la sua vitalità come luogo di preghiera e al contempo esplica la sua valenza di bene culturale: in tal senso si ricordano le visite organizzate

dall'Associazione Amici dei Musei nel giugno scorso. La Comunità di Sant'Egidio ha poi arricchito il patrimonio sacro e artistico della chiesa con la collocazione di una icona contemporanea raffigurante il Cristo secondo i canoni delle antiche iconostasi russo-ortodosse.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista