Quotidiani locali

Bambina salvata dal bagnino alla spiaggia accanto ai Rex

Gabriele Minuti ha evitato la tragedia in mare: «Ho sentito le sue urla e mi sono tuffato, per fortuna sta bene»

LIVORNO. «Aiuto! Aiuto!». Sono quasi le 15 di lunedì quando Gabriele Minuti, bagnino livornese della “spiaggia” privata dell’Hotel Rex, sente queste urla. Si gira, guarda subito verso il mare e vede una bambina in difficoltà tra le onde. E ovviamente non ci pensa due volte a mettersi le pinne, prendere un salvagente dalla sua postazione e tuffarsi. «Era a circa ottanta metri dalla costa - racconta Minuti, 39 anni - l’ho presa, le ho dato immediatamente il salvagente e l’ho portata a riva. Ma quanta paura... Anche suo padre era nel panico, l’ho fermato prima di buttarmi in mare e dopo il salvataggio ho cercato di tranquillizzarlo. Per fortuna è andato tutto bene, per fortuna non ci sono state conseguenze».

La spiaggia libera e lo specchio...
La spiaggia libera e lo specchio d’acqua in cui la bambina è stata salvata

La bambina, svizzera e in vacanza a Livorno insieme ai suoi genitori, si trovava nella spiaggia libera accanto all’Hotel Rex, quella verso nord. Un viaggio di relax che poteva trasformarsi in un incubo, in una tragedia per colpa di quel tuffo nel primo pomeriggio di lunedì, dopo il pranzo con la madre e il padre. «Effettivamente si era allontanata troppo dalla costa - continua il bagnino - e non sapeva proprio cosa fare. Forse per la paura, sicuramente per la distanza dalla riva, fatto sta che mi sono tuffato appena ho sentito le sue urla». Poi aggiunge qualche particolare: «Ero nella mia solita postazione e stavo osservando i bagnanti della nostra “spiaggia”, ma ovviamente non ho esitato a buttarmi in mare per salvarla. Raggiungerla non è stato così difficile, ma comunque intorno c’era grandissima preoccupazione. D’altronde era da sola in mare e stava annegando... Fortunatamente la sua voce si è sentita fino a riva e mi ha permesso di andare a salvarla».

Sul posto, subito dopo, sono intervenuti anche i volontari della Misericordia di Antignano, che sono stati chiamati dai bagnanti e hanno soccorso la piccola di 8 anni: nessuna conseguenza per lei, che era solo spaventata ed è stata tranquillizzata da tutti, con i genitori ovviamente in primis. Resta così il gesto del bagnino-eroe dell’Hotel Rex, che si è tuffato subito nello specchio d’acqua davanti alla spiaggia libera e ha salvato la bambina. Evitando, forse, una tragedia.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro