Quotidiani locali

Caos traffico sul viale Boccaccio, a breve via ai lavori al palazzo dei carabinieri

Livorno, i disagi per gli automobilisti che percorrono l'Aurelia sono destinati a finire: nel fine settimana inizierà l'intervento per la messa in sicurezza della struttura e sarà tolto il restringimento di carreggiata 

LIVORNO. Una buona notizia per gli automobilisti: il caos lungo viale Bocaccio dovuto al restringimento della carreggiata è destinato a finire. Per Il prossimo fine settimana, tra venerdì 19 febbraio e domenica 21, verrà dato inizio ai lavori di ristrutturazione che interesseranno l’immobile che ospita i carabinieri tra viale Fabbricotti e viale Boccaccio.

Questo l’esito della riunione che si è svolta nel pomeriggio di  lunedì negli uffici della Protezione Civile del Comune di Livorno e volta a decidere l’inizio degli interventi di manutenzione e di messa in sicurezza della struttura. Al tavolo erano presenti i responsabili della Protezione Civile, del Demanio Civile (proprietario dell’immobile), del Provveditorato alle Opere pubbliche, dei carabinieri, della polizia municipale e della ditta incaricata per i lavori. La data di inizio dei lavori è stata fissata, come detto, per la prossima domenica 21 febbraio o, al più tardi, per domenica 28 febbraio.

A causa del maltempo e, in particolare, del forte libeccio che ha colpito Livorno alla fine di gennaio, la struttura che ospita i carabinieri ha subito alcuni danni e, per scongiurare eventuali conseguenze più gravi, i vigili del fuoco, in quell’occasione, subito attivati dai responsabili dell’Arma, avevano

deciso di transennare per motivi di sicurezza i lati della palazzina che si affacciano sul tratto di strada di viale Fabbricotti e di viale Boccaccio. Il disagio per gli automobilisti che percorrono ogni giorno le due strade è, pertanto, destinato ad essere eliminato nel giro di pochi giorni.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro