Menu

Sulla tomba di Piero Ciampi con vino, carte e poesie per fargli gli auguri - Video

Livorno fa gli auguri di buon compleanno

al suo poeta cantautore Piero Ciampi, che domenica compirebbe 80 anni. Il primo atto è un corteo gioioso con Bobo Rondelli per andare a lasciare sulla tomba dell’artista un fiore, un mezzo di carte, una poesia. Poi alla Terrazza volo di aquiloni, musica, bolle di sapone, performance e film.

LIVORNO. Una festa sulla tomba, con il vino, un mazzo di carte, i fiori e ovviamente la musica. Una festa come sarebbe piaciuta anche a lui, Piero Ciampi, il poeta e cantautore livornese che domenica 28 settembre avrebbe compiuto 80 anni. Livorno si stringe intorno al "suo" Piero Ciampi: e lo fa a modo suo. Con una sfilza di iniziative che poi terranno banco alla Terrazza Mascagni in forma non-stop, ma il primo atto sarà un corteo gioioso al Cimitero della Misericordia con un programma di eventi messo in pista dal Comune in tandem con il Premio Ciampi e Radio Folk&Surfer Joe.

Il via alle ore 11, davanti al Cimitero della Misericordia: da lì il corteo raggiungerà la Cappella Ciampi e davanti alla tomba di Piero ciascuno lascerà l'omaggio che riterrà più opportuno (sono particolarmente graditi bottiglie di vino, fiori, poesie e mazzi di carte). Bobo Rondelli e il suo Orchestrino, per l'occasione, fungeranno da colonna sonora all'evento.

Va detto che c'è una ripresa forte di attenzione attorno alla figura Piero Ciampi: basti ricordare che a maggio ha fatto il tutto esaurito il reading musicale dal titolo "Piero Ciampi, ieri oggi e domani" che Franco Carratori, direttore artistico e presidente della giuria del premio, ha presentato al Festival Internazionale della Letteratura di Chiasso. E non è tutto: SkyArte sta girando un film-documentario su Piero Ciampi, non è escluso che venga messo in onda il 19 gennaio, anniversario della morte di Ciampi avvenuta 34 anni fa.

La giornata nel segno degli 80 anni di Piero Ciampi ha in agenda anche molte altre cose alla Terrazza: alle 12 gli aquiloni dei gruppi livornesi dei Gabbiani e delle Triglie Volanti; alle 17 la performance pittorica di Graziano Busonero; alle 18 l'Ensemble Bacchelli che accompagna il volo degli aquiloni e lo spettacolo di bolle di sapone rappresentato dalla Compagnia Ribolle; al tramonto la musica del sax di Dimitri Grechi Espinosa; alle 19 incontro con il musicologo Marco Lenzi, che racconterà la vita di Ciampi concludendo poi con un brano "piano e voce". Poi la cena al Surfer Joe Diner con un menù costruito analizzando canzoni e poesie di Piero. Di nuovo musica dalle 21,45 con il concerto "Luca Faggella canta Piero Ciampi". Alle 22,30 la proiezione del cortometraggio "Il cappello di lana" di Luca Dal Canto e Anita Galvano. Infine, alle 23,45 Stella Burns canta in inglese un brano ciampiano, prima dell'ultimo atto con il cantautore-drammaturgo Michelangelo Ricci e il cantante degli SMMC, Saslicaia Molotov.

È un calendario fitto quello della giornata di domenica: vuol essere un giorno sotto il segno di Piero Ciampi. Con una duplice valenza: da un lato, è l'esempio del lavoro comune di un vasto arcipelago di associazioni che operano insieme; dall'altro, è l'anteprima di una serie di omaggi a figure livornesi che hanno contrassegnato la cultura della città come Macsagni, come Modigliani, come Caproni. Ma è anche l'assaggio di quel che vuol essere il Premio Ciampi nell'anno del ventennale: dal 25 ottobre all'8 novembre Livorno diventerà, nel nome di Ciampi, un grande palcoscenico.

Una rara apparizione di Piero Ciampi in un recital sulla Rai

Uno dei brani più noti di Ciampi: "Io e te, Maria"

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare