Quotidiani locali

Strangolata dal marito con un laccio delle scarpe

Un uomo di

82 anni ha ucciso la moglie settantatreenne in un palazzo a Colline al termine di un litigio. Sembra che lei fosse intenzionata a chiedere la separazione. La donna è stata trovata senza vita dai soccorritori sul pavimento della camera da letto. L'uomo ha confessato il delitto ed è stato arrestato

LIVORNO. Un fisico minuto, vestito con una tuta da ginnastica grigia. Intorno al collo un segno sottile, ma così profondo da averle provocato sangue. Carla Barghini, 73 anni, giace a terra, accanto al letto in camera, priva di vita. È stata strangolata con un laccio delle scarpe. Lui, il marito, Mauro Signorini, 82 anni, la guarda, fuori di sé. «Cosa ho fatto? L’ho uccisa io. Mi ammazzo», grida disperato. Non sa che fare, telefona al figlio Luca per chiedere aiuto, ma ormai è troppo tardi. Per Carla non c’è più niente da fare. Lui intanto ripete di volersi suicidare. Il figlio comprende che la situazione è desperata e chiede ai soccorsi di intervenire immediatamente. Purtroppo  il dramma si era già consumato. 

i

(Mauro Signorini, 82 anni e la vittima, Carla Barghini, 73 anni)

Le immagini del luogo della tragedia

Sono stati i carabinieri a portare via da casa  Signorini e a trasportarlo in caserma in stato di fermo con l’accusa di omicidio: ai militari confessa di aver strangolato la moglie. Una spietata conclusione dell’ennesima lite. Lei, a quanto pare, voleva lasciarlo. Voleva la separazione. Lui non voleva neanche sentirselo dire. E probabilmente ha perso la testa per questo motivo: dopo la discussione ha preso un laccio da un paio di scarpe, glielo ha stretto intorno al collo. E ha stretto forte, così forte da non farla più respirare. Finché lei, esamine, è crollata a terra. Erano sposati da 54 anni.

La testimonianza della vicina di casa: "Una donna serena, sono sconvolta"

Via Lorenzini 21, qui è avvenuto l'omicidio

All'abitazione di via Lorenzini, in zona Colline, dove domenica 30 marzo poco dopo le 21 è avvenuta la tragedia, è anche arrivata una ambulanza della Croce Rossa, ma per l’anziana donna non c’era più niente da fare. È stato richiesto l’intervento della Misericordia, il cui medico ha effettuato la constatazione formale del decesso.

I precedenti: una scia di sangue fra le mura domestiche

Il marito la tradisce, lei lo sevizia (Maggio 2012) - Moglie in coma per una lite in famiglia (Dicembre 2011)

Uccide la moglie malata a martellate (Novembre 2010) - Accoltella la moglie durante una lite (Aprile 2009)

 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro