Menu

Fu il ct della nazionale di volley

Intitolata a Renzo Del Chicca la palestra delle Michelangelo

LIVORNO. Chissà cosa penserebbe oggi il “padrino” della pallavolo Renzo Del Chicca, livornesissimo di nascita e parmense d'adozione da quando, nel settembre ’43, partì – bagagli e figli al seguito...

LIVORNO. Chissà cosa penserebbe oggi il “padrino” della pallavolo Renzo Del Chicca, livornesissimo di nascita e parmense d'adozione da quando, nel settembre ’43, partì – bagagli e figli al seguito – alla volta di Parma per insegnare al liceo Romagnoli, unica alternativa a Livorno dove il prof di educazione fisica aveva insegnato a lungo e dove, al ritorno dalla guerra, aveva trovato la cattedra occupata. Chissà cosa penserebbe nel vedere riunite nella “sua” Livorno le due anime della famiglia, quella emiliana dei figli Franco, Renato, Mario, Carlo ed Anna, e quella livornese del fratello Fausto e dei tanti nipoti, insieme per intitolargli la palestra della scuola media statale Michelangelo, sede del Torretta Volley.

Atto importante e dovuto: la nostra città non aveva mai onorato la figura dell'ex commissario tecnico della nazionale italiana che aveva ricevuto riconoscimenti di ogni tipo.

«Mio padre ha avuto tanti riconoscimenti importanti – dichiara il figlio Renato – e questo lo è: lui è sempre stato livornese e sono livornesi alcuni di noi». Poi, neanche a farlo apposta, «Renzo abitava proprio in via Donnini», esclama il nipote Enrico Del Chicca, vero regista di tutta l'operazione.

Alla cerimonia erano presenti – oltre alla famiglia – alcuni alunni della scuola e pallavolisti del Torretta, l'assessore Maurizio Bettini, il presidente del Coni Giovanni Giannone, il vice-presidente Fipav Piero Menicucci, la dirigente scolastica Camilla Pasqualini e, a benedire

la targa, il parroco di san Pio X don Luciano Cantini. «Spero – dice il figlio – che ricordi a questi ragazzi ciò che i romani esprimevano col detto “mens sana in corpore sano”: alla vivacità dell'intelligenza deve accompagnarsi sempre la salute del corpo”.

Maria Giorgia Corolini

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare