Menu

Quattro campioni in aiuto del mare

In campo Aldo Montano con Marin, Aicardi e Piccinini E Legambiente chiama i ragazzi dell’Itg a pulire una spiaggia

LIVORNO. Da un lato, quattro campioni dello sport alla campagna di Ava per un mare «profondamente pulito» e, dall’altro, i ragazzi dell’Itg che hanno raccolto l’appello di Legambiente per pulite la spiaggetta dell’Accademia nel weekend in cui tanti altri tratti di litorale sono coinvolti in questa iniziativa mediterranea. Due distinte iniziative ieri hanno avuto come oggetto l’impegno per la tutela delle coste e del mare.

Il campione olimpico Aldo Montano – insieme a big dello sport come Luca Marin, Matteo Aicardi e Francesca Piccinini – ha guidato l’iniziativa che ha visto 200 sub volontari pulire i fondali della costa livornese: si sono immersi ieri mattina a Baratti, poi nel pomeriggio l’incontro all’hotel Rex di Antignano.

«Da tre anni ho il brevetto da subacqueo, – racconta Aldo – nel 2012 ero testimonial all’isola d’Elba sempre con Ava e Snsi: credo che un messaggio sportivo sia un messaggio pulito». L’anno scorso era l’unico sotto i riflettori, stavolta invece la campagna ha coinvolto altri sportivi. Non può mancare, come in tutte le occasioni che si rispettino, il rituale delle fotografie dove lo schermidore si mette in posa per essere immortalato insieme a fan, bambini e atleti in erba. Non si lascia scappare neanche la fotografia con Calimero, storico personaggio dei cartoni animati e testimonial del detersivo Ava.

Anche Luca Marin ha il brevetto da subacqueo: inutile dire che un nuotatore non può che avere un buon feeling con l’acqua. «Ho sempre detto – afferma – che bisogna fare il possibile per lasciare ai figli dei nostri figli un mondo migliore: il pianeta ha già iniziato a ribellarsi, ogni piccola cosa è importante». Ma non dimentichiamoci del pallanuotista Matteo Aicardi, anche lui con un’indole naturale per uno dei quattro elementi e della pallavolista Francesca Puccinini, unica donna nel gruppo: sono un po’ come i Fantastici Quattro, tre uomini e una ragazza bionda.

L’iniziativa di Legambiente punta a recuperare l’immondizia che deturpa le nostre belle coste: “sporcarsi le mani” – si afferma – significa mandare «un messaggio di impegno contro la cattiva gestione del territorio e i

comportamenti incivili». È stata anche l’occasione in cui Legambiente ha presentato la campagna "L'ambiente non è un portacenere" proposta dal circolo labronico per «portare l'attenzione sull'abbandono dei mozziconi di sigaretta sulle coste come in altri ambienti sensibili».(cl.na.)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare