Quotidiani locali

12 ottobre 1940, cola a picco il cacciatorpediniere

Tommaso e Cesare Nigiotti hanno acquistato una pagina di pubblicità dell’edizione di ieri del Tirreno per abbracciare a distanza di oltrfe settant’anni il fratello Atride, che non ritornerà mai più...

Tommaso e Cesare Nigiotti hanno acquistato una pagina di pubblicità dell’edizione di ieri del Tirreno per abbracciare a distanza di oltrfe settant’anni il fratello Atride, che non ritornerà mai più dalla missione a bordo del cacciatorpediniere Artigliere il 12 ottobre 1940. È la battaglia al largo del promontorio siracusano di Capo Passero, nei pressi di Portopalo dove quasi sessant'anni più tardi avverrà la "strage" del boat people che costerà la vita a 300 clandestini africani.

Quella di Capo Passero è una delle prime battaglie che la Regia Marina affronta dopo l'ingresso dell'Italia in guerra al fianco della Germania di

Hitler: l'hanno preceduta solo gli scontri navali a Punta Stilo e a Capo Spada (e il bombar- damento dell'hotel Palazzo e dei bagni Pancaldi da parte dell'aviazione francese).

L'Artigliere è uscito pochissimi anni prima (novembre '38) dal cantiere livornese ex Orlando che a quel tempo si chiamava Oto. Il comando della Marina lo invia nelle acque fra la Sicilia e Malta come caposquadriglia per intercettare i rifornimenti che gli inglesi stavano portando all'isola maltese

impiegata come avamposto fra le coste italiane e quelle libiche.

Il convoglio inglese, scortatissimo, era stato individuato per caso da un aereo in volo di linea civile.

È l’incrociatore britannico Ajax a essere individuato per primo: è il via alla battaglia poco prima delle due di notte. L’Artigliere viene centrato da quattro colpi che lo danneggiano gravemente, riesce a

recuperare un minimo di capacità di manovra riescendo a utilizzare una caldaia non colpita dai cannoni inglesi. Il cacciator- pediniere italiano viene rimorchiato ma arrivano altre unità inglesi che, in tandem con l’aviazione, affondano l’Artigliere con un siluro dell’incrociatore Hms York.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare