Ecco la nuova via Grande costerà oltre un milione

Lavori al via tra sei mesi, conclusione prevista nell’estate 2013 Via i semafori ai Portuali e in piazza Micheli, tornano cordoli e pensiline

    di Giorgio Carlini

    LIVORNO. Eccolo il nuovo centro città. Stavolta ci sono i tempi e i dettagli su come nascerà: agosto 2013. Alle tasche dei livornesi costerà un milione e 250mila euro. Gi assessori Maurizio Bettini (mobilità), Paola Bernardo (commercio) e Mario Tredici (cultura) hanno fatto ieri il punto sul progetto denominato "Pensiamo in Grande" che porterà tra un anno modifiche importanti della viabilità del centro.

    La rivoluzione del traffico. Bettini ha presentato i progetti esecutivi di piazza Grande e dintorni. «Il presunto ritardo - puntualizza - è frutto dell'attesa per l'approvazione del bilancio. Ora partiranno le procedure per le gare d'appalto». L'intervento è diviso in due lotti, affidati a due ditte distinte: il primo riguarda le rotatorie, la via Grande e il nuovo capolinea Atl, il secondo interessa invece piazza Grande.

    Due rotatorie lato mare. Il progetto prevede la costruzione di due rotatorie, all'altezza di piazza del Pamiglione e piazza Micheli, che sostituiranno gli attuali impianti semaforici. Nel contempo è previsto anche un intervento di riqualificazione dell'area antistante il monumento dei Quattro Mori.

    Via San Giovanni e viale degli Avvalorati. Via San Giovanni, ora a senso unico, diventerà a doppio senso di circolazione. Dal lato mare si potrà andare fino a via Cogorano, ma non oltre. Viale degli Avvalorati resta infatti a senso unico. Sempre in via San Giovanni sarà potenziata la pista ciclabile.

    Via Grande. Due corsie saranno riservate al trasporto pubblico locale. Un'altra permetterà la circolazione del traffico privato in direzione mare-terra. A lato della corsia-auto sorgeranno aree per il carico-scarico merci, per le biciclette con l'installazione di rastrelliere, e zone di verde e arredo urbano. Le corsie degli autobus saranno separate da quella di auto, scooter e furgoni dal discusso cordolo di gomma, lungo il quale saranno ricavate due pensiline per i passeggeri dei bus.

    Addio parcheggi, c’è il taxi. In via Grande verranno eliminati i parcheggi a pagamento. Gli spazi per il carico-scarico merci si trasformeranno in posti per i residenti dopo le 20. Altra possibilità al vaglio dell'assessore Bettini è usare tali spazi anche per la sosta dei taxi. Per questo serve però il parere positivo del comandante della Polizia Pucciarelli.

    Piazza Grande. La piazza sarà riqualificata con una ripavimentazione completa, tramite l'utilizzo di elementi in pietra denominata "grigio d'istria". Saranno poi piantumate nuove palme a completamento di quelle già presenti. La parte pedonale di piazza Grande sarà allargata con l'eliminazione del capolinea degli autobus e con la chiusura al traffico del lato destro del Duomo. I bus in arrivo da via Cairoli passeranno alla sinistra della chiesa (tratto a doppio senso di marcia).

    Stazione di sosta e semafori. La nuova stazione di sosta per i mezzi pubblici sorgerà in via della Cinta Esterna, vicino a piazza del Luogo Pio. L'area sarà asfaltata, con la creazione di due isole spartitraffico e di una pensilina.

    Le tempistiche. «Contiamo di terminare la procedura per le gare d'appalto entro novembre - spiega Bettini - I lavori saranno affidati prima di Natale, ma partiranno a gennaio 2013, per non creare disagi ai commercianti durante le feste». La conclusione dell'intervento è prevista per agosto-settembre 2013.

    I costi. Quanto costerà l’operazione ai cittadini livornesi? Per il lotto uno, cioè le rotatorie di via Grande sono previsti 366.800 mila euro. Il lotto due (piazza Grande) costerà invece ben di più 883.200 euro. Totale lavori: 1 milione e 250mila euro

    Capitolo Gran Guardia. «La Commissione edilizia entro fine mese darà l'ok ai progetti esecutivi presentati dalla proprietà - fa sapere l'assessore Bernardo - Poi le parti (Comune e Nuovo Teatro Marinari) firmeranno due convenzioni».

    La prima fissa alcuni punti già decisi con un protocollo d'intesa. La proprietà, ad esempio, s'impegnerà a cedere gratuitamente al Comune 130 metri quadri della struttura, e a realizzare una piazzetta sul retro dell'edificio, tra via del Giglio e piazza Cavallotti. «L'obiettivo - ricorda la Bernardo - è permettere ad H&M di aprire entro la fine dell'anno».

    Valore culturale. La seconda convenzione è di tipo "culturale". «L'amministrazione - afferma l'assessore Tredici - ha concordato con la proprietà la realizzazione di due salette cinematografiche, per un totale di circa 250 posti, più un polo culturale, con una biblioteca specializzata e un museo con le attrezzature e gli elementi storici del vecchio cinema-teatro». «Infine - conclude Tredici - ci sarà una mediateca, con oltre 10 mila film che hanno fatto la storia del cinema».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    14 luglio 2012

    Lascia un commento

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ