Menu

Oggi la città abbraccia Ablondi

Alle 16,30 i funerali in duomo. In migliaia alla camera ardente

 LIVORNO. Il librone all'ingresso della cattedrale non ce la fa più a contenere lo tsunami di messaggi, firme, macchie di lacrime, dediche, dolore. Anche per tutta la giornata di ieri, nel duomo trasformato in camera ardente, è continuato il pellegrinaggio davanti alla bara di monsignor Alberto Ablondi. Di autorità come il prefetto Mannino. Di prelati come il cardinale Silvano Piovanelli e il vescovo di Pescia De Vivo. Di fedeli, ovviamente. Ma anche tanti volti di gente che non ha mai avuto troppa simpatia per candele e incenso, eppure aveva trovato in quel prelato una parola amica.  Oggi è il giorno dell'abbraccio con cui Livorno accompagnerà Ablondi al cimitero della Misericordia, dove già riposano i familiari del vescovo che ha retto la diocesi per trent'anni. La cattedrale resterà aperta dalle ore 8,30. Alle 16,30 la messa esequiale presieduta dall'arcivescovo di Firenze, monsignor Giuseppe Betori, numero uno dei vescovi toscani (con diretta tv su Granducato e amplificazione esterna su piazza Grande).  All'esterno del duomo, gli scout Agesci allestiranno una postazione con libri dedicati alla figura di Ablondi. Offerte e questua serviranno per la nuova ludoteca per disabili: sarà intitolata alla memoria di Ablondi e nascerà al Villaggio scolastico di Corea.  Alla fine della messa, preti e diaconi porteranno a spalla il feretro fuori dal duomo, poi si alterneranno squadre di Misericordia e Svs. Il corteo funebre proseguirà per via Cairoli fino a piazza Cavour dove è previsto il saluto delle autorità. Poi il feretro sarà trasbordato sul carro funebre: il corteo proseguirà fino al cimitero della Misericordia passando da via Ricasoli, Attias, via Marradi, viale della Libertà.  E' previsto un servizio di bus Atl e minipullman di Misericordia e Svs per aiutare chi ha difficoltà a camminare a raggiungere il cimitero oppure a tornare indietro fino a piazza Grande.  Forte la mobilitazione di Misericordia e Svs per evitare che il caldo crei guai: un ambulatorio mobile con infermieri professionali (in collaborazione con l'associazione Cives) e due ambulanze oltre
ai volontari. Al funerale saranno in campo 15 ambulanze, un ambulatorio mobile, due automediche oltre a quella del 118, due moto mediche e almeno 60 soccorritori.  Intanto sul sito della diocesi (wwww.diocesilivorno.it) il blog dei giovani ha messo un link "Due passi insieme al vescovo Alberto".

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro