Quotidiani locali

«Signor sindaco, noi non ci fermeremo»

I bagnanti dei Tre ponti: siamo sfiduciati, ma la nostra battaglia va avanti

 Signor sindaco, siamo i bagnanti della spiaggia dei Tre ponti, (tanti di noi frequentatori da oltre 20 anni) e sinceramente, arrivati a questo punto, siamo stanchi e sfiduciati. E' passato un mese, fra denunce e dispute con i suoi collaboratori ritenuti non all'altezza delle loro competenze (ci sembra di lottare contro i mulini a vento), viste le risposte ricevute sia dall'assessore Paola Bernardo che ha dichiarato che era una percezione visiva e che i gestori avevano utilizzato la stessa parte di spiaggia degli anni precedenti (noi a questo punto le consigliamo senza offesa di andare da un buon oculista anche perché non sarebbe successo tutto questo) e successivamente dal dott. Canaccini che dopo aver inviato i vigili urbani sulla spiaggia dotati di strumenti idonei hanno effettuato la misurazione in parallelo al pontile e non hanno riscontrato differenze rispetto alla concessione comunale (per fortuna ci sono le foto che sono state pubblicate sul Tirreno che parlano da sole e danno conferma a tutto quello per cui noi stiamo combattendo).  E' stato inoltre affermato che la spiaggia è stata data così in concessione perché essendo situata davanti al pontile sarebbe più protetta dell'erosione. Dopo questa grave affermazione è chiaro l'intento dei privati di assicurarsi la porzione di spiaggia protetta e lasciare ai bagnanti della spiaggia libera la parte soggetta a erosione e quindi a continui mutamenti che la renderanno sempre più esigua. Inoltre è presente sulla spiaggia un cordolo che delimita il confine fra l'area pubblica e quella privata e non vedendone nessun motivo, visto che negli anni passati non è mai esistito, ne chiediamo alle autorità competenti la rimozione (i signori a cui piacciono i bagni per le loro comodità sappiano che questi esistono già da tanti anni e sono: Lido, Pejani, Fiume, Pancaldi etc.).  La spiaggia dei Tre Ponti deve rimanere una spiaggia libera dove gli anziani, i bambini, le famiglie possano avere il diritto di andare tranquillamente. Per il momento grazie di tutto, aspettiamo un suo intervento definitivo che risolva la questione. Le ricordiamo che la maggior parte di queste persone ha dato a lei il potere che sta esercitando anche se arrivati a questo punto, in questa situazione una domanda sorge spontanea: «Qual è la differenza tra la sinistra e la destra?» visto che con tutte queste dispute non è stata presa da lei alcuna posizione in merito a questa vicenda. In ultimo, una cosa molto importante che intendiamo precisare è che noi non ci fermeremo nella nostra battaglia.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.