Menu

EFFETTO VENEZIA. L'INTERVISTA

Il regista: sarà un mix di culture e ideologie

Michelangelo Ricci spiega che il fil rouge in tutte le iniziative è il mare, insieme alle diversità tra i popoli per celebrare una Livorno incontro fra le nazioni. Una novità: i volti dei frequentatori verranno proiettati sui muri del quartiere

Sarà un Effetto Venezia caratterizzato dal tema delle differenze e della diversità quello che il regista Michelangelo Ricci ha deciso di mettere in scena in piazza del Luogo Pio e dintorni. E, come spiega lui stesso, si comicerà subito con lo spettacolo di apertura “Che pesce 6?”.

«Sì, questo primo appuntamento - spiega il regista della manifestazione - sarà un elogio a capire a ad accettare gli altri. Un argomento che, a maggior ragione, merita di essere affrontato in una città come Livorno che è abituata ad accogliere le diverse anime, le diverse culture, le diverse ideologie del mondo». Con il mare sempre protagonista. Nel dettaglio, “Che Pesce 6?”, si propone di essere una grande festa-spettacolo che vedrà riunite, in un mix di arti e generi, numerose realtà sociali e culturali della città; dal Coordinamento delle comunità degli stranieri, ai ragazzi dell’Anfass, al laboratorio del Teatro del Porto, alle scuole di danza, alle bande musicali itineranti sino all’immancabile Bobo Rondelli che canterà un inedito dedicato a Livorno.

«Una festa - prosegue Ricci - Un evento collettivo dove interpreti e pubblico saranno mischiati e confusi, e nel quale i proverbi sui pesci offriranno spunti e pretesti per parlare della Livorno di ieri, “Città delle Nazioni” e per riflettere su quella di oggi, sempre più multietnica e variegata. Con l’auspicio che nella nostra città libertà e rispetto siano il fondamento di una cultura che vuole il mondo a Livorno e Livorno nel mondo». Il progetto e la regia sono firmati da Michelangelo Ricci, e lo spettacolo vedrà la partecipazione del Teatro del Porto, Compagnia Anffas - Aamps, Coordinamento delle Comunità straniere di Livorno, Michele Pratesi, Compagnia Koinè, Centro Studi Danza Arabesque, Centro Studi Arte Danza, Banda alle Ciance, Fantomatik Orchestra, Renzo Lovisolo, Gianvittorio Pirotecnica e la Ruota Panoramica di Roberto Lupetti.

Ospiti: Bobo Rondelli, Africa Djembè, Claudia Campolongo e le Acciughe Marinate, Paolino Ruffini e Christ peace and love evangelical ministry. Appuntamento in piazza del Luogo Pio alle 22, dove sarà allestito il palco centrale e una grande tribuna. «E questa sarà la caratteristica dell’intera manifestazione - prosegue Ricci - con spettacoli che vengono dal carcere, dal mondo della disabilità, dalle comunità stranieri che vivono a Livorno, etc.»

Un altro elemento caratteristico dell’edizione 2007 di Effetto Venezia saranno le grandi video-proiezioni “marinare” a cura di The Fake Factory che “dipingeranno” sui palazzi sei-settecenteschi del quartiere le immagini dei lavori del mare e dei suoi lavoratori, dei suoi pesci e delle sue reti, perché gli ospiti e i cittadini possano vedere e riconoscere Livorno attraverso i suoi volti e colori. «I livornesi potranno così rivedersi riflessi sulle pareti dei palazzi - prosegue Ricci - e vedere anche i volti di parenti e amici: saranno i volti della città».

Ulteriore filo conduttore tra luoghi e appuntamenti saranno le sculture marinare in materiale riciclato a cura di Blu Cammello (macrospiedini di pesci di latta che muovono la coda al soffio del vento e un grongo “stiacciato”) collocate lungo i Fossi Medicei. Passando da piazza del Luogo Pio, alla
Fortezza vecchia, Michelangiolo Ricci ha ricordato «che chiudere le serate in Fortezza Vecchia, fino alle prime luci dell’alba, ci sarà “Muv Out @ the Cage” con i suoi ritmi dance, l’elettronica e tante videoproiezioni: chi vorrà potrà divertrsi fino alle 5 di mattina, come in una notte “bianca”».

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro