Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Morto Kofi Annan, ex segretario generale dell'Onu e Nobel per la pace

Kofi Annan

Il premio Nobel per la Pace è deceduto questa mattina in un ospedale di Berna dopo una breve malattia

ZURIGO. Kofi Annan, l'ex segretario generale dell'Onu, è morto in Svizzera a 80 anni dopo una breve malattia.

"È con immensa tristezza che la famiglia Annan e la Kofi Annan Foundation annunciano che Kofi Annan, ex segretario generale delle Nazioni Unite e premio Nobel per la Pace, è morto serenamente sabato 18 agosto dopo una breve malattia", si legge nella nota diffusa dalla Fondazione su Twitter. "È stato uno statista di livello globale - recita la nota - e un internazionalista che ha combattuto per tutta la vita, per un mondo che fosse più giusto e più pacifico. Durante la sua carriera e la leadership nelle Nazioni Unite, è stato un ardente campione di pace, impegnato per lo sviluppo sostenibile, i diritti umani e il valore della legge". "Anche dopo aver lasciato l'Onu - aggiunge la nota - ha continuato a lavorare instancabilmente per la causa della pace attraverso la presidenza della Kofi Annan Foundation e come presidente degli Elders, il gruppo fondato da Nelson Mandela".

Dopo la laurea al Macalester College di St. Paul in Minnesota, Kofi Atta Annan si perfezionò in economia all'Institut Universitaire des Hautes Etudes di Ginevra e in management al prestigioso Massachusetts Institute of Technology. Alle Nazioni Unite dal 1962, tutta la carriera del diplomatico del Ghana si è svolta all'interno della burocrazia dell'Onu. Nel 1993, gli venne affidato l'incarico di responsabile delle missioni di pace. Fu segretario generale dell'Onu per due mandati, dal gennaio 1997 al dicembre 2006. Nel 2001 fu insignito, insieme all'intera organizzazione delle Nazioni Unite, del Nobel per la Pace per il suo lavoro umanitario.