Quotidiani locali

Calcio in tv, il salasso del tifoso: doppio abbonamento per vedere tutto e con costi in crescita

Cosa si nasconde dietro la doppia offerta delle tv a pagamento: spettatori da spremere. Per la seconda piattaforma servono internet, una tv tutta nuova o un computer

Il piatto è ricco quando si parla di calcio in tv. Ma prima di dire «Mi ci ficco» è bene fare bene i conti. Per vedere tutte le partite di Serie A servirà un doppio abbonamento e il conto è salato: Sky, infatti, ha i diritti per sette gare ogni giornata, mentre le altre tre saranno visibili su Dazn (si pronuncia Da Zon), la piattaforma in live streaming del gruppo Perform. E dunque il normale televisore non basta. Servirà comunque una connessione a internet e se il modello è fra quelli di ultima generazione bene, altrimenti bisognerà utilizzare un pc o un tablet. Un bel pasticcio e comunque altri soldi da spendere.

leggi anche:

CASINO-C_WEB

Se al tifoso si fan pagare le tasse dei campioni

Quel che (quasi) nessuno racconta è cosa si stia celando dietro ai lustrini del grandi acquisto, quello del 33enne Cristiano Ronaldo e del suo abbraccio all’Italia ancor prima che alla fede juventina. E anche dietro agli altri grandi colpi di mercato realizzati a suon di cambiali mascherate  da prestiti con diritti di riscatto al prossimo giro di giostra. Di fatto siamo diventati un paradiso fiscale per campioni stranieri



COSTI LIEVITATI
Chi vorrà guardare tutte le partite su Sky e Dazn spenderà molto di più rispetto allo scorso anno: se l’abbonato Sky pagava, per pacchetto Calcio e Sky Tv, circa 37 euro al mese, ora dovrà sborsare la stessa cifra ma per vedere 114 partite in meno, quelle che si è portata a casa a Dazn. Che costa 9.99 euro al mese. Chi è abbonato Sky da più di un anno pagherà 8 euro ed è previsto un mese di prova gratuita al termine del quale sarà possibile disdire senza costi aggiuntivi. Insomma, centesimo più, centesimo meno, si arriverà a investire al mese circa 45 euro – solo di abbonamento – per potere ammirare tutta la Serie A.

SKY: IL PACCHETTO SPORT PENALIZZATO
E non arrivano buone notizie per i possessori del pacchetto Sport che, oltre a Formula 1 e MotoGp, amano il calcio: fino allo scorso anno potevano gustarsi tre partite di Serie A, da adesso, invece, se ne vedranno proporre solo una. E non sarà quasi mai un big-match.

L’INTRECCIO FRA I DUE FORNITORI
Sky e Dazn aziende in concorrenza? Sì, ma non troppo. La fase degli accordi è iniziata subito: i clienti Sky avranno la possibilità di acquistare tre diversi tipologie di ticket Dazn. Un mese: costa 9,99 euro ma i clienti Sky da più di un anno con Extra possono attivare il ticket pagando 7,99 euro; Tre mesi: permette di guardare la A e la B per tre mesi con uno sconto del 25% (circa 8 euro) rispetto al canone Dazn. I clienti Sky possono acquistare questo ticket a 21,99 euro. 9 mesi: per i clienti Sky costa, in sconto, 59,99 euro ed è la soluzione più conveniente per chi si vuole godere l’intera stagione.

SOLO SETTE PARTITE SU SKY
In ogni giornata Sky trasmetterà sette gare su dieci: due anticipi del sabato (alle 15 e alle 18), due partite della domenica pomeriggio alle 15, un match la domenica alle 18, il posticipo serale della domenica alle 20. 30 e il posticipo del lunedì sera, sempre alle 20.30.

Su Sky Q (il decoder multimediale che necessita di una connessione internet e ha un costo, quando va bene, di altri 12,40 euro al mese) si potranno quindi vedere, naturalmente a pagamento se abbonati a entrambe le piattaforme, tutte le sfide di A e B, oltre a Champions League, Europa League e campionati esteri. Gli abbonati potranno seguire le dirette via satellite, con il digitale terrestre o via fibra. In streaming le partite saranno visibili su Now Tv e Sky Go. A chi è dotato di una connettività abbastanza veloce Sky consente di accedere alla stessa offerta satellitare anche senza parabola. L’offerta per i pacchetti Sport e Calcio include Sky Tv e Sky Famiglia, ma per il momento manca la possibilità di vedere in 4K. Il costo di attivazione è di 49 euro invece di 99.

CHI HA SOLO DAZN
Le partite di Dazn si potranno guardare su www.dazn.it; su Smart Tv Samsung Tizen (modelli 2017-2018), Lg WebOs Tv e Android Tv; su dispositivi connessi come Apple Tv e Chromecast; su smartphone e tablet con sistemi Android e iOS; sulle console Playstation 4 e Xbox One. Dazn distribuisce i contenuti solo in streaming e si vede solo con una connessione a banda larga, fissa o mobile. La velocità minima consigliata per vedere i contenuti di 2 Mbps (megabit per secondo). Con questa velocità si possono vedere i contenuti in bassa definizione. Per l'alta definizione l'azienda consiglia almeno 6,5 Mbps. Per la migliore qualità servono almeno 8 Mbps. Durante i momenti di traffico più intenso sulla rete, per esempio quando tanti utenti cercano di vedere una partita nello stesso istante, la connessione potrebbe subire rallentamenti. Sarà possibile associare fino a sei dispositivi per ogni account, due dei quali possono essere utilizzati contemporaneamente. Mediaset Premium ha inserito nel pacchetto con film e serie tv, al nuovo canone di 19,90 euro al mese, anche l’offerta Dazn. Le tre partite di A e tutta la B, però, saranno visibili sui dispositivi connessi a internet ma non sulla tv con digitale terrestre. Rispetto a Sky, non ci sarà un ticket ma l’accesso alle partite Dazn sarà incluso nel canone.

IL RESTO DEL CALCIO
Il calcio, naturalmente, non è soltanto A e B: comporterà naturalmente dei costi potere ammirare Champions League ed Europa League, che avranno al via un manipolo di formazioni italiane (Juve, Napoli, Roma e Inter in Champions; Lazio, Milan e forse anche Atalanta in Europa League). La Rai trasmetterà in chiaro, il mercoledì, la partita di una formazione italiana, semifinale e finale. Ma la vera svolta è determinata dal ritorno della competizione sugli schermi di Sky, dopo tre anni di Mediaset. C’è una rivoluzione anche negli orari. Il martedì e mercoledì si giocheranno due partite alle 18.55, le altre alle 21. Dagli ottavi in poi si scenderà in campo sempre alle 21. Anche la seconda competizione europea per club sarà su Sky. Come per la Champions, nella fase a gironi alcune partite saranno trasmesse il giovedì alle 18.55 e altre alle 21. Su Sky l’abbonamento a regime – che consentirà anche di vedere le gare di Champions League ed Europa League – dopo una fase di promozione costerà 63,80 euro al mese su satellite e fibra e 44,90 euro al mese per il digitale terrestre, con le sette partite di A. In questo caso, gli abbonati potranno guardare gli incontri delle formazioni italiane impegnate in Champions League ed Europa League, ma non con Sky Go.

Per chi non vuol infilarsi in questo ginepraio anche un po’ costoso non resta che il vecchio caro “Tutto il calcio minuto per minuto” sulla vecchia cara radio. Non si vede, si immagina stando dietro alle voci dei telecronisti. Ma è gratis. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro