Quotidiani locali

Courmayeur, frana in Val Ferret: due morti e 200 sfollati

Le vittime sono Vincenzo Mattioli, 71 anni, e sua moglie, sorpresi dalla frana causata da un violento nubifragio. Dispersa la moglie. Duecento le persone bloccate

Courmayeur, l'italiana bloccata dalla frana: "Siamo una trentina di persone, speriamo" Una frana si è verificata in Val Ferret, nel territorio comunale di Courmayeur, a causa dei violenti nubifragi che si sono abbattuti nella zona. Circa trenta persone sono rimaste isolate, come testimonia questa donna con un video pubblicato su Instagram: "C'è stata una slavina vicino al campo da golf, siamo in trenta bloccati qui: speriamo". I soccorsi sono poi riusciti a raggiungere le persone, mettendole in salvo. Nella frana è morta una persona, rimasta incastrata nelle lamiere della propria auto, investita e trascinata dalla massa di fango e detriti.  Video: Instagram

Un turista milanese e sua moglie sono morti in auto in seguito a una frana in Val Ferret, ai piedi del massiccio del Monte Bianco, nel territorio comunale di Courmayeur. Il corpi delle vittime - il martito si chiama Vincenzo Mattioli, di 71 anni - sono rimasti incastrato nelle lamiere di un'utilitaria, avvolti dalle acque del torrente.

Si cercano altre vittime. La strada, poco prima delle 18 del 6 agosto quando è avvenuta la frana, era molto trafficata e non è escluso che ci possano essere altre vittime: "Dai primi sorvoli è emerso il coinvolgimento di alcune auto. I soccorsi stanno operando per capire se possano esserci persone coinvolte, eventualità che purtroppo, allo stato attuale delle informazioni pervenute, non è da escludersi", fa sapere la Regione Valle d'Aosta in una nota.

Courmayeur, violenti temporali in Val Ferret: le strade invase dai detriti Alcune immagini diffuse sui social da utenti che testimoniano lo stato delle strade in Val Ferret, nel territorio comunale di Courmayeur, colpita da violenti nubifragi. Ad ora si conta una vittima, il conducente di un auto rimasto incastrato tra le lamiere del suo veicolo a seguito di una frana Video Facebook / Stefano Marchini

Conseguenza del nubifragio. Sono almeno due i distacchi di massi e fango segnalati lungo la Val Ferret, percorsa da una comunale e dalla vicina Dora di Ferret. Una conseguenza inaspettata del nubifragio che si è scatenato intorno alle 15, e che ha portato all'evacuazione di tutta la vallata, in queste settimane affollata dai turisti: molti appassionati di trekking, ma anche diversi golfisti, che alloggiano in alberghi, campeggi e rifugi alpini.

Bloccate circa 200 persone. La prima frana si è staccata nella parte bassa della vallata, tra la località di Planpincieux e quella di La Palud. L'evacuazione in quest'area è già iniziata. Più difficoltoso liberare la strada nella parte alta della vallata: qui, tra Planpincieux e Lavachey, per sgomberare la carreggiata è stato necessario chiamare una ruspa. Sul posto stanno operando il Soccorso alpino valdostano, il Soccorso alpino della guardia di finanza di Entreves, i carabinieri, la polizia, il corpo forestale, la polizia municipale di Courmayeur, e i vigili del fuoco della Valle d'Aosta, con il supporto del personale sanitario del 118. Sono circa 200 le persone bloccate 25 sono state sistemati al Forum Sport Center di Dolonne e circa 100 hanno trascorso al Golf club della Val Ferret.

Una frana anche in Svizzera. Nelle stesse ore il maltempo ha provocato una frana a Orsières (Svizzera), dove è stata chiusa nei due sensi di marcia la strada che porta al traforo del Gran San Bernardo. In attesa della riapertura, prevista verso la mezzanotte, il transito nella galleria italo-elvetica è vietato a mezzi pesanti.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro