Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cronaca italiana, le storie del 27 luglio 2018

Una donna aggredita mette ko l'uomo che ha tentato di stuprarla; il sogno di Claudia esaudito: sposa prima di morire; A Treviso mancano i ginecologi: se ne cercano sette in Polonia e Romania. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali Gedi

Mantova, aggredita sulla ciclabile: mette ko lo stupratore

Sapeva che quel tratto di ciclabile, che corre sotto il livello della strada, di notte è pericoloso. Ed è per questo che, nel momento in cui ha salutato gli amici per mettersi sulla strada di casa, ha tirato fuori la bomboletta di spray al peperoncino, pronta a qualsiasi evenienza. Buon per lei che s'era preparata, perché proprio grazie a quel gas urticante è riuscita a respingere l'assalto di un giovane che aveva intenzione di stupra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Mantova, aggredita sulla ciclabile: mette ko lo stupratore

Sapeva che quel tratto di ciclabile, che corre sotto il livello della strada, di notte è pericoloso. Ed è per questo che, nel momento in cui ha salutato gli amici per mettersi sulla strada di casa, ha tirato fuori la bomboletta di spray al peperoncino, pronta a qualsiasi evenienza. Buon per lei che s'era preparata, perché proprio grazie a quel gas urticante è riuscita a respingere l'assalto di un giovane che aveva intenzione di stuprarla (La Gazzetta di Mantova).

Empoli, il sogno di Claudia esaudito dai suoi angeli: sposa in ospedale il giorno prima di morire

Ha combattuto come una guerriera. Alla fine il male è riuscito a portarsela via, a 41 anni. Ma ha vinto lei. Comunque. Perché ha trasmesso a chi le è rimasto a fianco, il suo coraggio, che si è tradotto in un moto di solidarietà. E grazie a tutti loro ha coronato il sogno di sposare il suo Emilio, il giorno prima di morire, in un letto di ospedale (Il Tirreno).

Cortina, l’ex senatore russo arrestato: «Temo per la mia vita»

Dmitry Krivitskiy è tornato in carcere a Baldenich. L'ex membro del Consiglio federale russo, arrestato lunedì a Cortina dalla Polizia mentre faceva colazione nell'hotel in cui si trovava, si ritiene un perseguitato politico e teme per la sua vita.  In Russia l’uomo è accusato di corruzione. Ha anche detto di temere per la sua vita. L'ex senatore dissidente ha anche sottolineato di non essere a conoscenza del mandato di cattura internazionale che era stato spiccato nei suoi confronti. Risiede in Francia da qualche tempo, e ha presentato richiesta di asilo politico, che sarà esaminata a novembre (Il Corriere delle Alpi).

Treviso: mancano troppi medici, l'Usl 2 cerca ginecologi in Polonia e Romania

Adesso la Marca trevigiana è costretta a cercare i medici all'estero: per colmare la drammatica lacuna di specialisti nelle corsie degli ospedali, il direttore generale Francesco Benazzi ha incaricato gli uffici dell'Usl 2 unica della Marca di sondare la disponibilità di professionisti stranieri, in particolare ginecologi. Ne servono almeno sette (La Tribuna di Treviso).

La grande nostalgia dei serbi per Tito: il Maresciallo oggi vincerebbe le elezioni

La rilevazione è quella realizzata dall'agenzia Ninamedia e commissionata dall'autorevole settimanale "Nedeljnik", che ieri nelle edicole di Belgrado esibiva in prima pagina il faccione di Tito con un titolo chiarissimo: «I serbi anche oggi voterebbero Tito». Sottotitolo: «Vincerebbe anche senza fare campagna elettorale», superando pure l'inossidabile presidente Aleksandar Vucic, secondo altri sondaggi "normali" - leggi, senza Tito tra le possibili opzioni - quotato al 57% delle preferenze tra i serbi. I risultati di un sondaggio confermano anche a Belgrado una tendenza già emersa in altri Paesi dell'Est, dalla Romania all'Albania (Il Piccolo).

Udine, acquisti fantasma e conti svuotati: friulani nel mirino dei truffatori online

Si è ritrovata con la Sim disabilitata e, a distanza di 24 ore, dal suo conto bancario erano spariti 21 mila euro. A un pensionato del Medio Friuli, invece, che sono stati sottratti 10mila euro accantonati per le visite dentistiche. A spiegare le dinamiche di un fenomeno in rapida diffusione è la presidente di Consumatori attivi Barbara Puschiasis: «Capita che d'improvviso l'utente si veda disattivata la funzionalità della Sim del proprio telefono. Quando si reca dall'operatore telefonico per chiedere spiegazioni l'amara scoperta: la Sim è stata disattivata perché ne è stata rilasciata una nuova. Il problema è che la Sim è stata consegnata a qualcun altro che, nel frattempo, è riuscito ad accedere all'home banking effettuando operazioni non autorizzate» (Il Messaggero Veneto).

Roberto Orosei, lo scienziato di Reggio Emilia che ha scoperto il lago salato su Marte

È reggiano il principale artefice della scoperta di un lago salato sotto la superficie di Marte, che ha avuto una grande risonanza in tutto il mondo. Roberto Orosei, il coordinatore dell'équipe italiana che ha brillantemente condotto a termine la ricerca spaziale, è nato a San Prospero Strinati cinquant'anni fa e risiede a Fogliano. «La mia passione per gli astri è nata durante l'infanzia, l’ho coltivata con le letture: in biblioteca prendevo in prestito quattro libri di fantascienza o sui voli spaziali al mese» (Gazzetta di Reggio).

Venezia dichiara guerra al prosecco: «Bloccare nuovi impianti di Glera»

«Abbiamo una situazione di mercato con problemi di prezzo, chiediamo un blocco momentaneo dei nuovi impianti di Glera e Pinot grigio». Lo auspicano i vertici di Confagricoltura Venezia, che ieri hanno diffuso le previsioni sulla vendemmia 2018. Il pericolo si chiama infatti sovrapproduzione di prosecco (La Nuova Venezia).

San Genesio, il sindaco maratoneta vince a New York la gara della solidarietà

Con la raccolta fondi benefica lanciata un anno fa, in occasione della sua partecipazione alla maratona di New York edizione 2017, il sindaco di San Genesio (Pavia), Cristiano Migliavacca, è riuscito ad acquistare un mezzo per il trasporto dei disabili che è diventato operativo una ventina di giorni fa (La Provincia pavese).

Lisa, gli angeli e le vele: l'arte come percorso per sconfiggere il silenzio dell'autismo

Non esistono due mondi: quello degli artisti e quello degli artisti autistici. Se l'artista "accoglie le emozioni che vengono da ogni luogo", come diceva Picasso, allora il problema non si pone. Lo devono aver pensato anche Annamaria e Berto, i genitori di Lisa Perini, quando si sono accorti delle attitudini di quella figlia "speciale", capace di parlare con le stelle, con il rosso, con le vele e con gli angeli. E hanno deciso di accompagnarne con discrezione i primi passi nel mondo dei "non autistici" (La Tribuna di Treviso).

Monfalcone, la comunità bengalese ricorre al Tar contro il blocco del centro islamico

L’amministrazione di Monfalcone sta ingaggiando un vero corpo a corpo con le comunità straniere: dopo i bambini stranieri "contingentati" alle materne di Monfalcone dal tetto al 45% in classe, arriva uno stop al centro ricreativo culturale islamico all'ex Hardi Discount di via Primo Maggio, attraverso il recupero del fabbricato di proprietà dell'Associazione Baitus Salat. Così la comunità bengalese ha deciso di ricorrere al Tar del Friuli (Il Piccolo).

Pistoia, «Non sappiamo che cosa sia il Pd» Il popolo dem non si riconosce più

Viaggio fra i militanti di Santomato a Pistoia, passata alla destra da un anno durante un comizio di Gentiloni. L’ex premier cita gli slogan Pci: «Ripartiamo da lì». La base ha le facce aggrinzite, un po' grigie, ché loro la lotta dura senza paura l'hanno fatta davvero. «Comunisti da sempre, militanti Pd siamo noi, che tu credi» (Il Tirreno).

Pisa, Autobus di linea parcheggiati al terminal usati come rifugio per i tossicodipendenti

L'ultimo ritrovamento risale a pochi giorni fa quando, intorno alle 23, un autista della compagnia che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale su gomma nelle province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara ha rinvenuto su un autobus in partenza due siringhe usate. Pochi minuti di sosta tra una corsa e l'altra si sono trasformati per un gruppetto di tossicodipendenti in un'occasione per alimentare a suon di "buchi" la loro dipendenza in un luogo "sicuro" e lontano da occhi indiscreti (Il Tirreno).

Spaccio di droga arresti e sequestri nella Belluno "insospettabile"

Spacciavano davanti alle scuole e anche a ragazzi minorenni: marijuana, hashish ma pure cocaina e ketamina erano nelle disponibilità degli spacciatori, tutti bellunesi o residenti in provincia. Ragazzi, lavoratori, impiegati e operai che avevano la loro "piazza" costruita in città. Ieri i carabinieri del nucleo investigativo del comando di Belluno hanno eseguito sette ordinanze di custodia cautelare chieste dal pm Sartorello e firmate dal Gip: tre persone sono state arrestate, una quarta è agli arresti domiciliari (Il Corriere delle Alpi).

Udine, rubate di nuovo le offerte in chiesa: la cassetta ora rimarrà aperta

«Avviso al ladruncolo! Ti lascio lo sportello aperto, così potrai renderti conto che non ci sono quei tanti soldi che speri. Così rispetterai la memoria della Beata Vergine Maria e diventerai onesto». Questo il cartello che è stato appeso nella chiesa di Sant'Osvaldo, sopra la cassetta delle offerte. L'avviso è stato affisso dal parroco dopo che qualcuno ha “svaligiato” le donazioni per l’ennesima volta .

Rubano la Madonnina e la rimpiazzano con la bottiglia di vino

Atto sacrilego in zona industriale a Curtarolo (Padova) dove è in corso la rassegna musicale Curtarock. L’ira dei proprietari del capitello: «Non è la prima volta» (Il Mattino di Padova)

Tre casi di West Nile in provincia di Padova: l'allarme dell'Usl 6

Quattro nel Polesine, tre nel Veneziano e ora anche tre nella nostra provincia: tanti sono i contagi umani da West Nile, il virus che arriva dall'Africa e che provoca, tra le varie conseguenze, la "febbre del Nilo". In una nota ufficiale l’azienda sanitaria invita privati e comuni a provvedere alle disinfestazioni per neutralizzare le zanzare infette: le persone contagiate, infatti, non avevano viaggiato (Il Mattino di Padova).

Mantova, treni della vergogna: pendolari pronti all'esposto in procura

Le associazioni dei pendolari della linea ferroviaria Mantova-Cremona-Milano si preparano a presentare un esposto alle procure di Mantova e Cremona per il caos provocato la sera di martedì dal guasto alla linea elettrica della stazione di Acquanegra Cremonese: «I pendolari sono arrivati a destinazione con 4 ore di ritardo, ma la cosa ancor più grave è che di fato sono stati abbandonati a loro stessi».

Ferrara, Schianto all'incrocio, muore a 52 anni Ex calciatore lascia moglie e due figli

Una precedenza ignorata. Potrebbe essere questa la causa dell'incidente che ieri sera ha spezzato la vita di Fabio Barducco, 52 anni, residente ad Ambrogio, in via Piumana 18, ex calciatore della Copparese e dipendente della Sitie, impresa ferrarese (La Nuova Ferrara).