Quotidiani locali

Pechino, esplosione davanti l'ambasciata Usa: ferito solo l'attentatore

Prima una donna ha cercato di darsi fuoco, poi un uomo ha tentato di lanciare un ordigno contro la sede diplomatica, che però gli è esploso in mano. L'attentatore è un 26enne proveniente dalla Mongolia

Pechino, esplosione davanti all'ambasciata Usa: la nuvola di fumo e i primi soccorsi Un'esplosione si sarebbe verificata fuori dall'ambasciata americana a Pechino. Nelle prime immagini diffuse sui social network si vede la zona circondata dal fumo con la polizia che crea un posto di blocco attorno a un veicolo e i primi soccorsi. Secondo i media locali ci sarebbero diversi feriti  video da Twitter

PECHINO. Un'esplosione ha scosso l'ambasciata americana a Pechino. Diversi testimoni hanno postato foto e video sui social media, mostrando la nuvola di fumo che circonda l'edificio. Un uomo avrebbe lanciato un ordigno fatto in casa nell'angolo sud-est dell'ambasciata, ferendo solo se stesso. L'esplosione è avvenuta alle 13 ora locale (le 7 in Italia). L'attentatore è un uomo di 26 anni della Mongolia Interna soprannominato Jiang, secondo la polizia cinese.

Pechino, ordigno contro ambasciata Usa, Santelli: "Due episodi nella stessa mattina, probabile collegamento" "Le autorità hanno identificato il sospetto, un uomo di 26 anni, unico ferito nell'esplosione. Poche ore prima dell'attacco, avvenuto intorno alle 13.30, una donna, nella stssa zona, ha tentato il suicidio cospargendosi di benzina per darsi fuoco, ma è stata fermata dalla polizia. Forse c'è un collegamento tra i due fatti, ma si aspettano notizie più certe. Intanto la vita è ripresa regolarmente" Il racconto del corrispondente da Pechino Filippo Santelli

La polizia di Pechino riferisce che non è chiaro se vi sia una correlazione fra i due episodi. Un portavoce dell'ambasciata Usa, citato dal sito, ha dichiarato: "C'è stata un'esplosione intorno all'una nello spazio pubblico davanti all'angolo sud-est del complesso dell'ambasciata". Diversi testimoni sui social affermano di aver sentito un "botto" nei pressi dell'ambasciata e diversi video mostrano del fumo che invade la strada. L'ambasciata statunitense a Pechino, inaugurata nel 2008 dall'allora presidente George W Bush, sorge nel quartiere di Chaoyang, ha un muro di vetro antiproiettile ed è la terza sede diplomatica Usa al mondo per dimensioni.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro