Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 19 luglio

Il suicidio di un imprenditore 24enne che aveva perso l'azienda eridatata dal padre; il rischio squalifica per il campione dei pesi massimi italiano Tuaich per propaganda politica; i ricercatori del Cnr contro l'abbattimento dei cipressi di Bolgheri cantati da Carducci. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

Sfrattato dal capannone, giovane imprenditore si uccide a 24 anni

Un giovane imprenditore originario di Trebaseleghe (Padova) s'è tolto la vita, domenica mattina, nella sua azienda a Morgano (Treviso). Aveva problemi finanziari e l'indomani sarebbe stato sfrattato dal capannone di via Bosco a Morgano, dove aveva sede la Nuovatek, azienda di riparazione di macchine utensili, che aveva ereditato dal padre, morto lo scorso gennaio (Il Mattino di Padova).

Boxe e politica, il campione dei pesi massimi e consigliere di Forza Nuova Tuiach a rischio squalifica

La Federboxe approfondirà, attraverso i commissari, se Fabio Tuiach abbia usato il ring per fare propaganda: il pugile si è fatto fotografare assieme al capo di Forza Nuova Roberto Fiore, il movimento neofascista a cui aderisce (anche se questo, specifica Lai, di per sé non costituisce una violazione delle regole). Diverso il caso di proclami politici dal ring o di esternazioni razziste sui social network: essendo un tesserato, Tuiach dovrebbe attenersi alle regole della Federazione, improntate all'antirazzismo (Il Piccolo).

Bolgheri, il Cnr contro il taglio dei cipressi di Carducci

La Provincia di Livorno abbatterà 80 alberi malati dal viale cantato dal Carducci in “Davanti San Guido”. I ricercatori: «La giustificazione degli abbattimenti vaga e sommaria». Dal 2010, la difesa del Viale «è divenuta aleatoria per la mancanza di un coordinamento e la difficoltà di reperire i necessari finanziamenti», sostiene il Cnr (Il Tirreno).

Separazione Venezia-Mestre, il giudizio del Tar prima del voto

Entro la fine di luglio, al massimo i primi di agosto. È il termine che il presidente del Tar Maurizio Nicolosi ha indicato per il deposito della sentenza che darà o meno il via libera al quinto referendum per la separazione Venezia-Mestre: «Non andremo in sezione balneare, lo garantisco». Alle urne si dovrebbe andare il 30 settembre.

Morì rifiutando la chemio, genitori a processo

A poco più di sette mesi dalla decisione del gup padovano Mariella Fino di non mandare a processo Lino Bottaro e Rita Benini con l'accusa di omicidio colposo aggravato dalla previsione del fatto, la Corte d'Appello di Venezia rimescola le carte, accogliendo il ricorso del procuratore aggiunto Valeria Sanzari. I genitori di Eleonora Bottaro, morta a 18 per aver rifiutato di curare la leucemia che l’aveva colpita con la chemioterapia, andranno a processo: prima udienza il 25 ottobre (Il Mattino di Padova).

Chiara uccisa da uno choc anafilattico: l'autopsia conferma, si indaga sul cibo mangiato al ristorante

Chiara Ribechini è morta per choc anafilattico. La conferma arriva dall'autopsia che ha escluso cause diverse per spiegare la fine della 24enne di Navacchio, deceduta tra le braccia del compagno domenica sera dopo essersi sentita male già nel ristorante "Colleoli" (Il Tirreno).

In 4 mila per Tyler: superata la prova bis. Ora Trieste è pronta al live di Byrne

Quattromila persone per il leader degli Aerosmith Steven Tyler in piazza dell’Unità a Trieste. Archiviato il successo degli Iron Maiden, sabato tocca all’ex Talking Heads tocca David Byrne chiudere la fantastica tre giorni di ospiti internazionali (Il Piccolo).

Treviso, blocca pusher in fuga: premiato dal sindaco

Aveva bloccato uno spacciatore che stava scappando dagli agenti della Polizia Locale nel sottopasso della stazione ferroviaria. Un intervento che aveva permesso l'arresto da parte delle forze dell'ordine. E ieri il sindaco Mario Conte ha deciso di premiare con una targa il ventenne Lorenzo Pecoraro cui, sempre nella giornata di ieri, sono arrivati i complimenti anche del ministro dell'Interno Matteo Salvini e del presidente della Regione Luca Zaia (La Tribuna di Treviso).

Pistoia, sì al crocifisso in consiglio comunale

Polemiche e crepe nel centrodestra, ma alla fine la proposta della Lega passa: a Palazzo Giano, sede del consiglio comunale di Pistoia, sarà appeso un crocifisso (Il Tirreno).

Trieste, la beffa dei graffittari allo storico tram di Opicina: "sfregiate" due vetture

Lo "scherzo", equivalente a un danno di 12 mila euro, potrebbe costare caro anche ai tre writer, che hanno agito indisturbati tra l'una e le tre di notte e sono colpevoli di aver danneggiato le antiche carrozze della trenovia, poste peraltro sotto la tutela della Soprintendenza. La polizia li sta cercando grazie anche ai dettagli ricavati dalle immagini delle telecamere di Trieste Trasporti, che gestisce il tram (Il Piccolo).

Vasco va in pensione ma non ha intenzione di abbandonare il palco

Quarant'anni di carriera, di contributi versati a quello che fu l'Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Lavoratori dello Spettacolo ora confluito nell'Inps. Quarant'anni da protagonista e che oggi per Vasco Rossi significano anche... pensione. Ma state tranquilli: il Komandante non abbandonerà il palco (Gazzetta di Modena).

Livorno, a caccia del "reddito di cittadinanza": «Punteggio massimo eppure niente soldi»

«Io sono il 188° in graduatoria, il primo di quelli che non riceveranno niente». Alessandro Freschi è in fila davanti all'ufficio del Comune per farsi spiegare come mai: per un punto l'abate Martino perse la cappa, per un niente Baggio sbagliò il rigore decisivo ai Mondiali e ora quest'uomo non riesce a darsi pace per quel "nulla" che l'ha tagliato fuori dal cosiddetto "reddito di cittadinanza", messo a punto dal sindaco grillino Filippo Nogarin (Il Tirreno).

Il sindaco di Massa: «Come il ministro Salvini chiude i porti, noi usciamo dallo Spraar»

Il neosindaco leghista della città toscana Francesco Persiani conferma la posizione in conferenza dei sindaci e richiede una proroga al ministero per definire le procedure di uscita dal sistema nazionale di accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Resta il fatto che la Prefettura potrà comunque ordinare l’istituzione di centri straordinari. Per lo Spraar si candida a subentrare la vicina Carrara (Il Tirreno).

«Querelo chi mi odia», l’offensiva di Don Biancalani: il parroco pro-migranti

«Possono dirmi che sono comunista, che sono un eretico... Ho lasciato perdere dopo una lettera in cui si minacciava di farmi saltare in aria. Quel post no». Le parole incriminate sono comparse in data 7 luglio su "Basta ingiustizie": un profilo facebook adesso oscurato, di cui la polizia postale cercherà gli amministratori. Nel post c’era una la foto del parroco con tre dei migranti ospitati a Vicofaro e una frase su presunti rapporti sessuali. Sotto la foto è scritto anche: «Non è un reato! Anche Dio approva l'amore!» (Il Tirreno).

L'Onu non gradisce il re dei formaggi

Attraverso l'Oms, le Nazioni Unite dichiarano lotta ai cibi che contengono grassi. A rischio anche tesori del made in Italy, come il Parmigiano-Reggiano (Gazzetta di Reggio).

Incendio alla ex Falco di Codigoro, tempi lunghissimi per lo spegnimento

Quinto giorno di rogo per la ex Falco a Codigoro ed è il fumo a farla da padrone, a decidere cosa possono e non possono fare i cittadini, gli operai, i commercianti. Il vento lo guida e dove arriva lascia il vuoto. "Il mostro" lo ha battezzato qualcuno ed in effetti fa paura: cento metri di lunghezza, trenta di altezza e sessanta di profondità per un totale di 180mila metri cubi di legno e altro materiale pigiato in una sorta di braciere che continuerà a bruciare per settimane (La Nuova Ferrara).

Pavia, teme la multa, abbatte il velok: individuato con le telecamere

È sceso dall'autovettura e ha "abbattuto" una colonnina arancione del Velok. Ma una videocamera del Comune ha ripreso tutto e la polizia locale è riuscita a identificare l'autore del gesto e a denunciarlo alla procura della Repubblica di Pavia per danneggiamenti. Si tratta di un uomo di 34 anni, di nazionalità italiana, residente nella zona periferica della città (La Provincia Pavese).

Treviso: «Sospetta infezione da mucca pazza». Donna in gravi condizioni

Era entrata in ospedale quasi tre settimane or sono, con una diagnosi di sindrome depressiva, seguita a recenti lutti familiari. Ma poi, con il passare dei giorni, i sintomi si sono aggravati, e ben presto il quadro clinico ha superato i contorni di una serie reazione psicologica e nervosa, e gli stessi confini della stessa letteratura psichiatrici. Il responso,

maturato dopo una serie di approfonditi accertamenti, è stato chiaro; la donna è affetta dalla malattia di Creutzfeldt-Jakob, rara malattia degenerativa la cui variante più nota è quella della mucca pazza, che in medicina si chiama «encefalopatia spongiforme bovina» (La Tribuna di Treviso).

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro