Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Thailandia, sono tutti salvi i ragazzi della grotta

Portati in salvo tutti i minori liberati dalle caverne di Tham Luang. L'ultimo a uscire è stato l'allenatore

Thailandia, salvi i ragazzi della grotta: un incubo lungo 18 giorni - Videoracconto

Sono in salvo tutti i 12 ragazzi e il loro allenatore di calcio rimasti intrappolati nelle grotte di Tham Luang in Thailandia per 18 giorni. "I 12 cinghiali e il loro allenatore sono stati estratti dalla grotta", hanno annunciato i Navy Seals thailandesi su Facebook.

...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Thailandia, salvi i ragazzi della grotta: un incubo lungo 18 giorni - Videoracconto

Sono in salvo tutti i 12 ragazzi e il loro allenatore di calcio rimasti intrappolati nelle grotte di Tham Luang in Thailandia per 18 giorni. "I 12 cinghiali e il loro allenatore sono stati estratti dalla grotta", hanno annunciato i Navy Seals thailandesi su Facebook.

Thailandia, in salvo i bambini e l'allenatore: i volontari lasciano tra gli applausi la zona della grotta

Il riferimento è al fatto che la squadra di calcio dei ragazzi si chiama appunto "Cinghiali". "Tutti sono in salvo", recita il post, che aggiunge che devono ancora uscire tre sub e un medico che facevano parte della squadra di soccorso.

Thailandia, uno dei ragazzi estratti dalla grotta viene portato via in elicottero

Le operazioni non potevano prevedere più di quattro viaggi di recupero al giorno, prima di fermarsi per il necessario ripristino delle attrezzature e la ricarica delle bombole di ossigeno per il viaggio di andata e ritorno dei sub. E sono state suddivise in tre tranche.

Ma, tra i festeggiamenti e la gioia, nessuno dimentica l'ex Navy Seal Saman Gunan, il volontario morto venerdì scorso durante la fornitura di bombole d'ossigeno in vista del recupero. Ha già ricevuto un funerale reale, diventando un eroe nazionale. E oltre alle famiglie che dopo 18 giorni di tortura emotiva potranno presto riabbracciare i propri figli, da questa incredibile storia di forza di volontà e cooperazione esce vincitrice tutta la
Thailandia: per giorni il mondo si è intenerito vedendo la compostezza e la tenacia con cui il Paese ha perseguito l'obiettivo di riportare a casa questi ragazzi, anche quando i giorni passavano e neanche si sapeva se fossero ancora vivi. Ora sono fuori da quella che sarebbe potuta diventare la loro tomba, virtualmente adottati da un intero popolo.