Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

L’Inghilterra batte Colombia e fantasmi

Avanti con Kane dal dischetto, raggiunta al 92’ da Mina. Ai supplementari si resta 1-1, i rigori premiano i britannici



Non serve che Dio stramaledica gli inglesi perchè gli inglesi sanno stramaledirsi già da soli. Ma almeno stavolta riescono in extremis a scacciare i fantasmi di un’altra eliminazione. Ce la fanno all’ultimo rigore, che Bacca sbaglia per la Colombia e che invece Dier segna per gli inglesi. E così la Rosa avanza in un match ad eliminazione diretta, cosa che non le riusciva dal 2006.

Un primo tempo di rara bruttezza, in cui si è faticato ad annotare qualche occasione da gol. Anzi, non ce ne sono proprio state. Prevalenza inglese, certo, ma sterile e senza sbocchi. La Colombia si è limitata a controllare e a provare a ripartire con i suoi uomini veloci, spegnendosi però sempre ben prima della trequarti, per errori di fraseggio o per i (facili) interventi d’anticipo dei difensori avversari. Pochi palloni per Kane, praticamente nessuno per Falcao. Da segnalare, si fa per dire, una punizione dal limite appena out di Trippier, dopo una lunghissima sceneggiata in barriera, con tanto di testata galeotta di Barrios, punita solo con un cartellino giallo. Proprio allo scadere il primo tiro in porta: di Quintero (l’ex Pescara è stato il più intraprendente dei suoi, e questo dice tutto), parata senza problemi da Pickford.

In un quadro simile forse l’Inghilterra non sarebbe riuscita a segnare mai, se non fosse stato per il classico episodio. Così, in avvio di ripresa, ci ha pensato Carlos Sanchez, con una folle e prolungata trattenuta stile football americano in area ai danni di Kane, oltretutto a due metri dall’arbitro Geiger, a provocare un calcio di rigore che lo stesso “Uragano”, dopo quasi cinque minuti di proteste e pantomime, ha calciato di potenza alla perfezione, firmando il suo sesto gol in questo Mondiale.

Doveva essere fatta, per l’Inghilterra, la logica avrebbe voluto così per quanto si era visto fin lì. Ma di logico finora in questa Russia 2018 abbiamo visto poco. Sarà stato l’ingresso di Bacca, perchè l’ex milanista ha dato un peso diverso all’attacco dei Cafeteros, sarà stato che i britannici si sono nuovamente fatti intrappolare dalle loro paure ataviche, fatto sta che si è arrivati ad un finale convulso con la Colombia letteralmente scatenata all’arremnbaggio e capace di centrare il pareggio con un’inzuccata di Mina in pieno recupero, che ha trascinato il match ai supplementari. Il primo overtime è filato via senza grandi sussulti, anche se certamente la Colombia è parsa più sicura, quasi gasata. Nel secondo idem, con più Inghilterra e Rose, neoentrato, che è andato a pochi centimetri dal gol in diagonale. Verdetto affidato infine ai rigori.

Alla fine degli ottavi d finale, è un dato di fatto, il tabellone degli accoppiamenti dei quarti (in programma venerdì e sabato) si presenta un po’ squilibrato: da una parte Francia-Uruguay e Brasile-Belgio; dall’altra Russia-Croazia e Inghilterra-Svezia. Da una parte saranno eliminate altre potenziali favorite, dall’altra avanzeranno sicuramente delle sorprese. Ma questo ormai sembra proprio il Mondiale delle sorprese.