Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cronaca italiana, le storie del 2 luglio 2018

Il treno merci deragliato nella stazione di Portomaggiore; il boom di sanzioni per salvare il decoro di Venezia; i genitori di Portogruaro risarciti dall'Usl per la nascita del figlio Down. Le storie di oggi dai giornali del Gruppo Gedi

Treno merci deraglia nella stazione di Portomaggiore
Un treno merci diretto a Ravenna si è rovesciato mentre entrava nella stazione di Portomaggiore (Ferarra) prima delle 6 di questa mattina. I primi cinque vagoni sono usciti dai binari, gli altri sono rimasti nella sede ferroviaria. Il macchinista è stato portato all'ospedale in stato di choc, ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazione. Non ci sarebbero feriti gravi (La Nuova Ferrara)

Livorno. Il braccialetto elettronico ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Treno merci deraglia nella stazione di Portomaggiore
Un treno merci diretto a Ravenna si è rovesciato mentre entrava nella stazione di Portomaggiore (Ferarra) prima delle 6 di questa mattina. I primi cinque vagoni sono usciti dai binari, gli altri sono rimasti nella sede ferroviaria. Il macchinista è stato portato all'ospedale in stato di choc, ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazione. Non ci sarebbero feriti gravi (La Nuova Ferrara)

Livorno. Il braccialetto elettronico degli spazzini sarà ritirato
Il braccialetto elettronico messo al polso degli spazzini "dialoga" con il cestino mandando il segnale a una centrale operativa che raccoglie i dati. Il dispositivo aveva sollevano non poche polemiche. Ora azienda e sindacati hanno firmato un accordo: sarà ritirato. Esclusa l’utilizzabilità dei dati per motivi disciplinari (Il Tirreno)

Bimbo nato down, l'Usl 4 risarcirà i genitori con 500mila euro
Portogruaro. L'Usl 4 del Veneto orientale è stata condannata a risarcire 500mila euro a una donna e al compagno per omessa diagnosi di una malformazione genetica. All'epoca, era il 2009, la donna aveva 20 anni e avrebbe dovuto essere informata, durante le prime fasi della gravidanza, delle possibilità di essere sottoposta a esami di indagine prenatale. Questo non è accaduto ed è stata privata di un suo diritto. Nel frattempo è nato il figlio, affetto da sindrome di down. (La Nuova Venezia)

Decoro a Venezia. Boom di sanzioni
Partita un anno fa, la campagna Enjoy Respect Venice, di cui molti turisti hanno compreso solo la parte relativa al divertimento, ha superato i 150 verbali di contestazione amministrativa, di cui una trentina solo nelle due ultime due settimane, da quando sono entrati in servizio i sei vigili- tre la mattina e tre il pomeriggio - destinati al decoro. Da 150 sanzioni all'anno a 30 in 15 giorni (La Nuova Venezia)

Si sveglia dal coma con le carezze del suo cane
Paola, trevigiana di 45 anni, reduce da una emorragia cerebrale e su un letto di terapia intensiva del Ca' Foncello, ha potuto accarezzare il suo cagnolino. I risultati sono stati sorprendenti (La Tribuna di Treviso)

Escursionista passa la notte in montagna per vegliare il cane
L’allarme è stato lanciato dalla moglie: il marito, un meccanico di Martignacco di 54 anni, camminatore esperto, era partito sabato mattina con il suo pastore tedesco Lucky per un’escursione a Tramonti di Sopra (Messaggero Veneto)

Cade un ramo su un pic-nic, grave una donna
Un ramo è precipitato da venti metri d’altezza su un gruppo di persone raccolte attorno a un tavolo. Quattro i feriti, la più grave una donna, trasportata in elicottero all’ospedale Borgo Trento di Verona. (Gazzetta di Mantova)

Sale sulla scaletta e cade in piscina, bimbo di 18 mesi salvato dal papà
Miradolo Terme. Stava giocando nel giardino di casa. Il papà ha portato i piatti in cucina e in quei pochi istanti il piccolo, un anno e mezzo, si è arrampicato sulla scaletta ed è caduto nella piscinotta. È stato salvato solo grazie alla prontezza del padre che, in attesa dei soccorsi, ha praticato alcune manovre. Le sue condizioni restano gravi ma non è più in pericolo di vita (La Provincia Pavese)

Ivrea Patrimonio dell'umanità
Ivrea, città industriale del ventesimo secolo, è patrimonio dell'umanità. La decisione è stata presa domenica mattina, durante i lavori del 42° comitato del patrimonio mondiale che si sta svolgendo a Manama, in Bahrain. Il riconoscimento arriva dopo dieci anni di lavoro per la costruzione del dossier che, per la prima volta, punta su architetture del Novecento che non hanno una funzione puramente museale ma un compito nuovo di rigenerazione urbana attraverso una delle storie più suggestive del capitalismo mondiale, quella della Olivetti (La Sentinella del Canavese)

Colline del Prosecco per un soffio bocciate dall’Unesco. Il Consorzio: riproviamo nel 2019
Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene non entrano a far parte del Patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco. La candidatura è stata respinta perché nella riunione in Bahrein servivano almeno 14 voti a favore su 21: ne sono arrivati 12. Zaia e il Consorzio della Docg parlano comunque di mezzo successo: «Ci riproveremo l’anno prossimo ». (La Tribuna di Treviso)