Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

È un Cavani all inclusive: segna, raddoppia e poi va ko. Ronaldo fa compagnia a Messi


SOCHI. Tutti e due fuori in un colpo solo: Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Doveva essere il grande duello dei quarti di finale e invece per entrambi il Mondiale finisce in un triste sabato di fine giugno. Va fuori il Portogallo, avanza l’Uruguay che adesso ai quarti troverà la Francia.

È stato Edinson Cavani il gran protagonista della serata. Un gol di testa, uno di destro, ma anche purtroppo un infortunio muscolare che non promette niente di buono: il rischio è che si tratti di uno stiramento che lo farebbe fuori dal Mondiali, e le smorfie di dolore del Matador uscendo dal campo non lasciavano ben sperare.

Esce dunque Cristiano Ronaldo, stavolta poco incisivo anche perché su di lui Tabarez ha costruito una gabbia super, con raddoppi sistematici. Va detto che Ronaldo paga anche la pochezza di una squadra che dalla cintura in su non è adeguata a un Mondiale, senza neanche un attaccante degno di tale nome.

I gol. Al 7' spettacolare scambio tra Cavani e Suarez che dalla sinistra con un lungo cross restituisce palla all'attaccante del Psg: preciso colpo di testa ed Uruguay in vantaggio. Il Portogallo non ha continuità nel gioco, raramente si fa pericoloso ma al 10’ della ripresa trova il pareggio su calcio d’angolo: pallone spiovente dalla bandierina, svetta Pepe e di testa batte Muslera: è il primo gol subito dall'Uruguay in questo mondiale.

Ma l’equilibrio è spezzato definitivamente ancora da lui, dal Matador: è il 17', Bentancur serve Cavani che apre il piatto destro, di prima intenzione, e inventa una parabola imprendibile per Rui Patricio. Cavani va ko, l’Uruguay perde metri ma nel finale stringe i denti e resiste. —