Quotidiani locali

Maturità 2018: per la prima prova Bassani, la costituzione, De Gasperi e Moro, la clonazione e la solitudine

Per la prima volta all'esame di Stato l'autore di origine ebraica autore de "Il giardino dei Finzi Contini". Oltre 500mila studenti alla prova da Nord al Sud d'Italia

Al via gli esami della maturità 2018 per oltre 500mila maturandi da nord a sud Italia. Queste le tracce della prima prova di oggi mercoledì 20 giugno: le persecuzioni razziali ne "Il giardino dei Finzi Contini" capolavoro di Giorgio Bassani, a 80 anni dall'emanazione delle leggi razziali; il principio dell'uguaglianza nella Costituzione italiana, di cui ricorrono i 70 anni; la Cooperazione Internazionale per il tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall'uccisione dell'esponente della Dc; l'amore e la solitudine della poetessa Alda Merini per la prova di arte; massa e propaganda, anche questo un argomento attualissimo, la la traccia scelta per l'ambito storico-politico.

Maturità, Balzano: "Il brano di Bassani di incredibile attualità. Dovrebbero leggerlo anche i politici" Un racconto nel racconto il brano tratto da ‘Il giardino dei Finzi Contini’, che va dritto al punto e che suscita con forza sgomento e smarrimento. “Apre una serie di interrogativi incalzanti e fa riflettere sul fatto che il razzismo non ha mai una ragione reale. Si discrimina mettendo sul piatto differenze inesistenti e, quando non si trovano, si attaccano uguaglianze moleste. In questi momenti di follia si spera leggano il brano anche i nostri politici” il commento di Marco Balzano


I temi, che sono stati selezionati all'inizio dell'anno dal precedente titolare del Miur, la ministra Valeria Fedeli, sono da mesi al centro del "tototema", le previsioni che vengono formulate in vista della prova di maturità. Gli spunti che erano emersi già da tempo, infatti, con il passare dei giorni hanno preso definitivamente quota.

Maturità, Flamigni: "Clonazione, tema minore in questo momento. La bioetica ha altri quesiti a cui dare risposta" “Sta per nascere un bambino da una madre mai vissuta, è in corso di preparazione l’utero artificiale, la patologia genetica sta per essere corretta e sono almeno una decina i temi che cambieranno l’idea di famiglia e procreazione. Nessuno prepara i ragazzi a questi cambiamenti e la scienza, senza meritarlo vincerà comunque" il commento di Carlo Famigni


Le tracce sono disponibili anche sul sito del Ministero .

La seconda prova è in calendario domani giovedì 21 giugno, sempre dalle ore 8.30. La terza prova, predisposta da ciascuna commissione, è in calendario lunedì 25 giugno, a partire dalle ore 8.30.

Maturità 2018, gli studenti del Visconti di Roma tra ansie, timori e cornetti portafortuna È iniziato l’esame di maturità per circa mezzo milione di studenti in tutta Italia, 50mila nel Lazio, che questa mattina hanno scelto una delle diverse tracce comprese nella prima prova, quella di italiano. Vigilia per molti all'insegna del relax, ma tutti a letto presto per affrontare la prova di oggiVideo di Maria Cristina Massaro Agf


Il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, ha invitato, alla vigilia, gli studenti a "stare tranquilli, non farsi prendere dall'ansia; sarà una prova importante sì ma l' importante è concentrarsi e cercare di essere determinati nell'affrontarla".

Maturità, Stancanelli: "I ragazzi, sempre connessi, sperimentano una nuova solitudine" Un bel tema quello proposto ai ragazzi per la prima prova di maturità. "È cruciale definire come creativo il rapporto con la solitudine. Nella solitudine non c'è solo disvalore. Stare soli non rende meno interessanti, ma permette di produrre intelligenza e riflessione e i ragazzi sperimentano una nuova dimensione, fertile e creativa". Il commento di Elena Stancanelli

"A me piace sempre ricordare anche alle mie figlie - ha detto il titolare del Miur - quando riportano a casa un voto: non l'hai preso tu il voto, l'ha preso il tema, l'ha preso lo scritto, è di quello il voto. Tu sei una persona migliore, perché sei completa di tante altre cose. La persona è fatta di tante cose: di emozioni, di sentimenti, di relazioni e di dare".

Maturità, Di Paolo: "Costituzione e totalitarismi, temi prevedibili e adattabili ai nostri tempi" L’invito a ragionare sul parametro dell’uguaglianza e come siano applicabili ai nostri tempi le categorie dell’uguaglianza previste dalla norma costituzionale è la vera sfida lanciata ai candidati all’esame di maturità. “Provare a immaginare cosa significa essere uguali, non sul piano giuridico, ma su quello sociale è il punto di partenza per lo studente che ha affrontato questa traccia”. Il quesito che affronta il tema della massa e del rapporto con la propaganda richiede ovviamente una competenza storica. Lo studente poteva però agevolmente riconoscere che al centro c’è la tematica del totalitarismo e del riconoscimento del nemico. “Definire il nemico, determinarlo e anche costruirlo è parte integrante del discorso politico. La traccia permetteva una bella riflessione sul presente” il commento dello scrittore Paolo Di Paolo


I commenti dei maturandi sul web. Centinaia di commenti si sono riversati sui gruppi, creati ad hoc sui social network dai maturandi per l’esame di Stato. È lì che gli studenti da alcune ore si stanno confrontando sulla scelta delle tracce, tra commenti seri e scherzosi. "La domanda non è 'Perché Bassani?’ Ma ’Chi è Bassani?!", scrive un ragazzo, parlando del tema sull’analisi del testo, per il quale il Miur ha scelto un brano tratto da ’Il giardino dei Finzi-Continì.

Dai primi commenti sembrerebbe che le quattro tracce del saggio breve (Ambito Storico-Politico: masse e propaganda, con brani di Giulio Chiodi e Andrea Baravelli. Ambito Artistico-Letterario: la solitudine nell’arte e nella letteratura, con brani di Petrarca, Pirandello, Quasimodo, Merini, Dickinson e immagini di opere di Giovanni Fattori, Munch, Hopper. Ambito Tecnico-Scientifico: il dibattito bioetico sulla clonazione, con un articolo di Elisabetta Intini tratto da Focus.it. Ambito Socio-Economico: la creatività, dote d’immaginare, come risultato di talento e caso), siano state preferite dai maturandi 2018.

Inoltre secondo una prima analisi, fatta sempre attraverso i commenti sul web, le tracce di quest’anno non hanno colto impreparati gli studenti. Sono sembrate più facili del previsto, dal momento che molti dei temi erano stati largamente dibattuti nei mesi scorsi. Come quello sulla Costituzione, per la quale quest’anno ricorrono i 70 anni dell’emanazione, e quello sulla figura di Aldo Moro, a quarant’anni dalla morte.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro