Quotidiani locali

Caso Aquarius, il ministro Tria annulla incontro a Parigi

Salvini: "Sono stufo dei morti di Stato, di quei bambini che muoiono in mezzo al mare perché qualcuno li illude che qui c'è un futuro". Intanto, dopo le dichiarazioni di Macron sulla vicenda dell'Aquarius, il ministro Enzo Moavero Milanesi ha convocato alla Farnesina l'ambasciatore francese Christian Masset. A Catania sbarcati altri 900 migranti a bordo di una nave della Guardia Costiera

Aquarius, Salvini: "Macron passi ai fatti e accolga come promesso 9mila migranti" "Macron passi dalle parole ai fatti e domani mattina accolga i 9mila migranti che si era impegnato ad accogliere". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini nell'informativa su Aquarius al Senato, sottolineando che la Francia ha accolto solo 340 dei 9.816 migranti che dovevano essere ricollocati in tre anni. "La Francia ci dice che siamo cinici - ha aggiunto - ma dal 1° gennaio al 31 maggio ha respinto alle frontiere 10.249 persone, comprese donne, bambini e disabili". - H24

ROMA. Parigi tenta di gettare acqua sul fuoco, ma restano le tensioni con l'Italia per il caso Aquarius dopo che ieri l'Eliseo ha definito "cinica e irresponsabile" la politica del governo Conte e il portavoce di En Marche, l'ha addirittura liquidata come "vomitevole". Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ha annullato il suo incontro previsto oggi con l'omologo francese Bruno Le Maire, il quale ha espresso "rammarico" e si è augurato si possa tenere presto: sul tavolo c'era il tema delicatissimo della governance europea. Ma è in bilico anche la visita del premier Giuseppe Conte, atteso venerdì a Parigi da Emmanuel Macron.

"La Francia si scusi o Conte non vada", ha tuonato Salvini dall'aula del Senato, rimarcando a gran voce che sul piano della solidarietà l'Italia non accetta lezioni da nessuno, nè dalla Francia nè dalla Spagna.Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, stamane ha convocato alla Farnesina l'ambasciatore francese. Assente da Roma per impegni a Milano, il diplomatico, Christian Masset, ha mandato al suo posto la 'numero 2' della legazione, Claire Anne Raulin.

Aquarius, il primo intervento di Iwobi (Lega): "Per salvarli non bisogna farli partire" "Quanto accaduto è molto diverso dall'esperienza di immigrazione che ho avuto io. L'unico modo per non far morire in mare queste persone è non farli partire attraverso quei tunnel della morte". Così il leghista Toni Iwobi, primo senatore nero della storia repubblicana, commenta in Aula a Palazzo Madama l'informativa del ministro dell'Interno Matteo Salvini. Il senatore, nato in Nigeria nel 1955 e residente da anni nella Bergamasca, spiega che l'Italia "non prende lezioni di civiltà dalla Francia, dalla Spagna di Ceuta e Melilla, o da qualunque altro Paese" e nemmeno dalle forze politiche "bocciate alle ultime elezioni". video Senato

Al termine del colloquio, la Farnesina ha diffuso una nota dai toni inusitatamente duri: Moavero ha definito "inaccettabili" le dichiarazioni usate "anche a livello governativo, a Parigi" e ha evocato il rischio che siano "compromesse le relazioni" tra Italia e Francia: "I toni impiegati sono ingiustificabili", tenuto conto dello sforzo dell'Italia e del fatto che da mesi pubblicamente denuncia l'insostenibilità della situazione e la latitanza dei partner europei. Moavero ha chiesto a Parigi "le iniziative idonee a sanare" lo strappo.

leggi anche:

L'attacco di Salvini. "Non abbiamo niente da imparare da nessuno in termini di solidarietà. La nostra storia non merita di essere apostrofata in questi termini da esponenti del Governo francese che spero diano scuse", ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini nella sua informativa al Senato, il quale in seguito ha detto: "Senza scuse ufficiali Conte fa bene a non andare a Parigi".

"Sono stufo dei bambini che muoiono nel Mar Mediterraneo perchè qualcuno in Italia li illude che c'è" un futuro, "sono stufo dei morti di Stato". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini, riferendo in Senato sulla vicenda della nave Aquarius.

"I francesi fanno i fenomeni ma hanno respinto più di diecimila persone alle frontiere con l'Italia, tra cui moltissime donne e bambini. Sommessamente ricordo poi che, sul fronte Nord Africa, paghiamo tutti l'instabilità portata proprio dai francesi in Libia e a sud della Libia". Cosi il ministro dell'Interno Matteo Salvini su Facebook commenta un articolo, che linka, in cui si riportano le durissime critiche arrivate ieri dalla Francia alla sua gestione della vicenda della nave Aquarius. "Macron passi dalle parole ai fatti e domani mattina accolga i 9mila migranti che si era impegnato ad accogliere".

Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini nell'informativa su Aquarius al Senato sottolineando che la Francia ha accolto solo 340 dei 9.816 migranti che dovevano essere ricollocati in tre anni. "La Francia ci dice che siamo cinici - ha aggiunto - ma dal 1 gennaio al 31 maggio ha respinto alle frontiere 10.249 persone, comprese donne e bambini disabili".

"L'Italia oggi è tornata centrale - sottolinea Salvini - e ha risvegliato l'Europa, spero che tutti i Paesi diano il loro contributo per l'obiettivo comune: difesa delle frontiere esterne, difesa del Mediterraneo".

Migranti, Salvini su Aquarius: "Italia isolata in Europa? Mai così centrali" "In queste ore ho sentito tanti colleghi europei. Leggevo di una Italia isolata. Non siamo mai stati così centrali e così ascoltati come in queste ore". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nella sua informativa al Senato sulla vicenda della nave Aquarius, riferendo dei vari colloqui avuti con i colleghi di altri Paesi europei: "Se l'Europa c'è batta un colpo ora o taccia per sempre, c'è un'attenzione che mai c'era stata prima, è l'occasione per giocarsi bene le carte", ha detto Salvini. video Senato

La navigazione fino a Valencia di due unità militari italiane insieme alla nave Aquarius per far approdare lì i 629 migranti avrà un costo economico per l'Italia, "ma se un atto simbolico, non di forza, servirà a far capire all'Europa questa situazione, saranno soldi ben spesi", perchè salveranno in futuro vite umane. Lo ha detto il ministro dell'Interno e vice premier Matteo Salvini a proposito della vicenda Aquarius. Salvini, a margine dell'assemblea annuale di Confesercenti al Teatro Eliseo di Roma, ha parlato di sintonia "con gli amici M5s".

Da Oltralpe è arrivata una nota di poche righe, molto lontana però dalle attese scuse. Il Quai d'Orsay ha ricordato che Parigi è "impegnata nel dialogo e nella cooperazione con Roma" sull'immigrazione ed è "perfettamente consapevole del peso della pressione migratoria sull'Italia e degli sforzi del Paese". Null'altro. Da parte sua Masset, da Milano, ha sottolineato che la relazione fra Italia e Francia è "meravigliosa, solida e forte" e i due Paesi affrontano "sfide comuni, tra le quali l'immigrazione", sulle quali "dobbiamo lavorare insieme e rafforzare questo lavoro comune. E' quello che stiamo facendo", ha assicurato Masset.

Migranti, Milano in piazza per l'Aquarius: il corteo contro i porti chiusi da Salvini Striscioni, slogan e personalità per dire no alla posizione del ministro dell'Interno Matteo Salvini sui migranti. Tra i presenti, anche il fondatore di Emergency, Gino Strada, che sulla vicenda Aquarius ha detto: "L'idea dei rapporti umani della nostra politica è fondata sulla guerra, un errore chiudere i porti" Video di Edoardo Bianchi

Migranti: oltre 900 arrivati a Catania. Prosegue intanto l'emergenza dei migranti nel Mediterraneo. E' arrivata al porto di Catania nave 'Diciotti' della Guardia Costeria, con oltre 900 persone a bordo. I migranti sono stati soccorsi in diversi interventi nel Mediterraneo centrale. Recuperati anche due cadaveri. Diverse le manifestazioni in questi giorni davanti ai porti siciliani del Forum antirazzista nel segno dello slogan "Aprite i porti" dopo la vicenda Aquarius.

Catania, a bordo della nave Diciotti 200 minori. Volontari regalano orsacchiotti Sono circa duecento i minori stranieri arrivati con la nave Diciotti della Guardia costiera. I volontari hanno regalato degli orsacchiotti ai più piccoli. "I migranti sono provati, soprattutto gli eritrei", dice Giovanna Di Benedetto di Save the Children. di Giorgio Ruta

Sul molo di Catania dove sono arrivati i 932 migranti anche il personale che ha il compito di curare lo sbarco e sono presenti gli investigatori della Squadra mobile e della Guardia di finanza delegati dalla procura distrettuale di Catania a svolgere le indagini. Tra gli obiettivi l'individuazione degli scafisti. Quattro donne incinte e un minorenne, ieri, dopo un primo trasbordo a Lampedusa, sono stati trasferiti in eliambulanza in ospedali di Agrigento e Palermo.

Milano in piazza per l'Aquarius, Vecchioni: "Prova di forza di Salvini? Non si gioca con la pelle delle persone" Circa cinquemila persone con striscioni e slogan, si sono riunite in Piazza Scala a Milano per dire no alla posizione del ministro dell'Interno Matteo Salvini sui migranti. Tra i presenti, anche il noto cantante Roberto Vecchioni, che sulla vicenda Aquarius e sulla chiusura dei porti ai migranti, ha detto: "Non è una vittoria dell'Italia usare la prova di forza sulla pelle delle persone. Il fine che giustifica i mezzi non ha più senso" Video di Edoardo Bianchi

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro