Quotidiani locali

Vai alla pagina su Russia 2018
Edizione avvelenata, trionfo verdeoro
il resto del torneo 

Edizione avvelenata, trionfo verdeoro

Polemiche aspre sull’assegnazione, azzurri sotto accusa per gli oriundi

La seconda tacca del Brasile sulla Coppa del mondo. Il bis dopo la vittoria nel 1958 che in Svezia cancellò – almeno in parte – il Maracanazo del 1950 e lanciò in orbita l’astro di Pelé, appena 18enne. E proprio le manovre diplomatiche per centrare la doppietta condizionarono e contribuirono, in un certo senso, ad avvelenare l’edizione del 1962. L’Argentina sembrava favorita per l’organizzazione, ma la federazione brasiliana non vedeva di buon occhio un Mondiale a casa degli eterni rivali e spinge per la candidatura cilena, suscitando le perplessità delle nazionali europee (tra cui l’Italia) che si domandano come un paese povero come il Cile possa ospitare una rassegna di tale portata, dubbi alimentati anche dal terribile terremoto che il 22 maggio 1960 mette in ginocchio il Cile. Nonostante le polemiche e questa calamità, tuttavia, il Mondiale viene organizzato senza alcun problema dal punto di vista dalle strutture, restano gli strascichi che portano alla “corrida” tra il Cile e l’Italia. Dopo aver eliminato gli azzurri restano in corsa fino alla semifinale superando l’Urss, mentre la Germania Ovest, l’altra promossa del “nostro” girone, sbatte contro la Jugoslavia, autentica superpotenzia negli anni Sessanta. Passano anche Cecoslavacchia e il Brasile campione, che finisce abbinato ai padroni di casa che così pagano la sconfitta contro i tedeschi per eliminare l’Italia: la finalissima è tra i verdeoro e i cechi che vincono in derby slavo. Il 17 giugno 1962, all’Estadio Nacional che due settimane prima aveva vinto sul ring

Cile e Italia, Amarildo, Zito e Vavá regalano la seconda vittoria della storia ai brasiliani: 3-1 sulla Cecoslovacchia che va in vantaggio con Masopust dopo un quarto d’ora di gioco, ma poi viene travolta dal samba. (p.o.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro