Quotidiani locali

Migranti, naufragio nell'Egeo: 9 morti

Sei delle nove vittime sono dei bambini. La tragedia si è consumata al largo delle coste turche, nel golfo di Antalya, nell'Egeo orientale

Naufragio nell'Egeo, il salvataggio dei migranti Nove migranti, tra cui sei bambini, sono annegati in un naufragio nel Mar Egeo, davanti alle coste turche. Il motoscafo su cui viaggiavano ha avuto un'avaria ed è affondato alle 2 di notte vicino all'isola di Kekova Geykova, non lontano dalla località balneare turca di Demre, nel golfo di Antalya. La Guardia costiera turca ha tratto in salvo tre uomini e una donna, un quinto migrante è stato salvato da un peschereccio mentre un altro è disperso. Nelle immagini, il salvataggio dei superstiti Reuters

ROMA. Nove migranti, tra cui 6 bimbi, sono morti dopo che il motoscafo sul quale viaggiavano è affondato al largo delle coste turche. Lo riferisce l'agenzia di stato turca, Anadolu. In base a quanto si è appreso, il motoscafo ha registrato un'avaria nel distretto di Demre, nel golfo di Antalya, luogo molto frequentato dai turisti. Cinque persone sono state tratte in salvo e una è tuttora dispersa.

Ong, Saviano: "Disgustose le parole di Salvini" In un secondo video il giornalista e scrittore Saviano commenta ancora le parole del neo ministro Matteo Salvini sulle Ong. "Invitare il ministro Salvini ad avere maggiore educazione e capacità di comprensione sembra impresa inutile" dice sottolineando che non si può permettere di insultare le organizzazioni che salvano vite. E lancia un appello alle donne e agli uomini delle istituzioni: "Disobbedite a questo ministro dell'Interno, quest'uomo vuole fare annegare le persone. Salvini non ha risposte sull'immigrazione, ma solo generica repressione". E conclude dicendo che "utilizzeremo tutti gli strumenti della democrazia per fermare queste fanfaronate, per fermare tutta la violenza di Matteo Salvini"  

Le vittime sono due uomini, una donna e sei bambini. In base a quanto riferisce l'agenzia Dogan, i migranti stavano cercando di raggiungere l'Europa anche se la meta precisa non è nota.

Ong, Saviano replica a Salvini: "Il diritto del mare ha una regola sacra: non si lasciano annegare le persone" Lo scrittore e giornalista Roberto Saviano risponde attraverso un video alle parole pronunciate dal leader della Lega e neo ministro Matteo Salvini ("Le Ong? No ai vice scafisti che attraccano nei porti"): "La poca conoscenza che ha il ministro Salvini del diritto del mare lo porta a ignorare un elemento fondamentale: le Ong agiscono sempre coordinate dalla Guardia Costiera italiana, quindi sempre nel rispetto delle regole. Dando dei 'vice scafisti' a persone che salvano vite in mare, sta dando anche colpa alla Guardia costiera italiana e di questo deve prendersene responsabilità". Infine dice: "Il diritto del mare ha una regola eterna: Non si lasciano persone a mare, non si lasciano annegare. E non sarà Salvini a interrompere questo diritto sacro"  

L'approdo in un paese Ue più vicino alla loro rotta è la piccola isola greca di Kastellorizo, di fronte alla cittadina turca di Kas. Le identità e la nazionalità delle vittime non sono state rese note.

Migranti, Salvini: "Per i clandestini è finita la pacchia" "Una delle priorità del nostrogoverno sarà di fare in modo che per gli immigrati clandestini in questo paese si spendano meno soldi e tempo. I regolari e gli onesti non hanno niente da temere, mentre per i clandestini è finita la pacchia: praparatevi a fare le valige". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nel corso di un incontro elettorale organizzato a Vicenza. video da Facebook

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro