Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sicurezza stradale, stop ai Tutor in autostrada: tornano gli Autovelox

La sorte del Tutor è stata decisa lo scorso 10 aprile, quando la Corte d'appello di Roma ne ordinò la rimozione dalla rete autostradale dando ragione ad una piccola ditta toscana, la Craft di Greve in Chianti (Firenze), che sosteneva che Autostrade aveva copiato un suo brevetto

ROMA. Stop ai Tutor sulle autostrade. Il sistema di controllo della velocità sulle autostrade è stato 'spento' per effetto della pronuncia della Corte d'appello di Roma che ha rigettato l'istanza di sospensione della disattivazione del dispositivo. "Ma i controlli continueranno", assicurano Autostrade per l'Italia e Polizia stradale, che stanno lavorando ad un nuovo sistema sperimentale da mettere in campo. La sorte del Tutor è stata decisa lo scorso 10 aprile, quando la Corte d'appello di R ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ROMA. Stop ai Tutor sulle autostrade. Il sistema di controllo della velocità sulle autostrade è stato 'spento' per effetto della pronuncia della Corte d'appello di Roma che ha rigettato l'istanza di sospensione della disattivazione del dispositivo. "Ma i controlli continueranno", assicurano Autostrade per l'Italia e Polizia stradale, che stanno lavorando ad un nuovo sistema sperimentale da mettere in campo. La sorte del Tutor è stata decisa lo scorso 10 aprile, quando la Corte d'appello di Roma ne ordinò la rimozione dalla rete autostradale dando ragione ad una piccola ditta toscana, la Craft di Greve in Chianti (Firenze), che sosteneva che Autostrade aveva copiato un suo brevetto. La causa era iniziata nel 2006.

In una situazione del genere, tornano alla ribalta gli Autovelox. Sulla rete autostradale ci sono ancora oggi 108 postazioni fisse, pronte a tornare a fare il super lavoro di un tempo. Va detto infatti che questi punti di controllo non sono mai stati disattivati del tutto, anche se ovviamente il superlavoro del Tutor li aveva relegati ad un ruolo di secondo piano.

LA MAPPA DEGLI AUTOVELOX

La società autostradale - che ha impugnato la sentenza presso la Cassazione - aveva chiesto la sospensiva della rimozione del sistema, ma la Corte ha rigettato l'istanza. Secondo i magistrati, Autostrade per l'Italia non ha alcun obbligo di installare sistemi di rilevazione della velocità ed è per questo motivo che non hanno ritenuto la società legittimata ad ottenere la sospensione dell'esecuzione della sentenza del 10 aprile.

Niente più Tutor, dunque, ma non significa via libera con acceleratore a manetta sulle autostrade, assicurano Autostrade per l'Italia e Polstrada che "continueranno, ciascuna per gli obblighi specificamente loro imposti dalla legge, ad avere cura della sicurezza e della incolumità dei cittadini che viaggiano in autostrada".