Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 29 maggio 2018

Il prete padovano che dà mille euro a chi non abortisce. I due ragazzi trevigiani che, stanchi dei lavori saltuari, hano scelto le Marche post sisma per aprire un'azienda agrituristica. Ecco le notizie dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

Regole sulla privacy: i dirigenti si tutelano per le foto di classe
Udine. Scatti di fine anno salvi, ma gli istituti costretti a cautelarsi. Chiesto il nullaosta ai genitori, sui siti pubblicate le norme. Il caso dopo che il dirigente di un istituto di Cervignano le ha vietate. (Messaggero Veneto)

L'aereo non c'è, tutti in bus fino a Catania
Bergamo. Odissea di 24 ore per cento passeggeri di Ryanair mai partiti da Bergamo. Scarse informazioni. E i familiari allertano il 112. Circa metà di loro sono stati «riprotetti» (come si dice) su altri voli, mentre 73 sono stati avviati a Catania sì, però su due autobus, partendo alle 2,30 di notte.

Il bimbo ritrovato a Comacchio: «Vorrei mangiare una pizza e un gelato»
Mirandola .Sta bene ed è in attesa del trasferimento in una struttura modenese, è ospite di una realtà protetta della provincia di Ferrara. Tre sono le procure che si stanno occupando del caso del bimbo pakistano di 11 anni, residente a Mirandola con gli zii adottivi, ritrovato domenica sera al Bagno Bologna di Porto Garibaldi, nel Ferrarese, dopo una fuga durata 53 ore. (Gazzetta di Modena)

Bambino di 18 giorni salvato in strada
Reggio. Il nonno è accorto che il nipotino di appena 18 giorni di vita, che ieri pomeriggio alle 17.30 stava portando a passeggio con la carrozzina, si era sentito male e, dopo aver vomitato, rischiava di soffocare.Provvidenziali soccorsi in via San Martino, in centro storico. (Gazzetta di Reggio)

Reggio rimane “nell’Emilia”
Reggio. L’argomento non sembra aver provocato troppo interesse, visto che in aula c’è stato un solo intervento ma comunque il consiglio comunale ha bocciato la proposta del forzista Bassi che chiedeva di cambiare il nome della città da “Reggio nell’Emilia” a “Reggio Emilia”. Troppo complesso l’iter per eliminare quel “nell” obsoleto. (Gazzetta di Reggio)

La favola di Gabriele Faccia, da Reggio Emilia alla A danese
Reggio. Dagli esordienti della Galileo alla promozione alla serie A danese. È la bella storia di Gabriele Faccia, 27 anni, di Reggio Emilia preparatore atletico con un recentissimo passato di allenatore di baby calciatori. (Gazzetta di Reggio)

  «Offresi un posto da magazziniere», ma è un’illusione
Livorno. Tanti lettori dicono di essere stati convocati per un colloquio di lavoro a Livorno, come addetti alla logistica. Ci si deve presentare all’indirizzo indicato nella zona industriale al Picchianti. L’indirizzo, però, è sbagliato. E da un magazzino chiuso ci si sposta a un altro ufficio. Colloquio veloce, tante parole e alla fine la richiesta di partecipare a una selezione per la vendita porta a porta di contratti.(Tirreno)

«Gli davo il latte e mi è scivolato: dopo 8 ore è morto»
Pisa.«Ero in cucina, lo stavo allattando con il biberon. Poi ho fatto un movimento brusco e mi è scivolato dalle braccia». Daniele Di Stefano - psichiatra pisano in servizio all'ospedale di Empoli - racconta il dramma del figlio di due mesi, Gerardo Maria, morto domenica mattina alle 6.30. (Tirreno)

Bidelle malate, scuola chiusa e i genitori fuori ad aspettare
Limite. Nessuno è andato ad aprire la materna di via del Praticcio, i primi bambini sono arrivati alle 7,30 e solo alle 9 la situazione è stata risolta dopo che le insegnanti si sono rivolte al Comune e l'ufficio scuola che è corso ai ripari richiamando due assistenti scolastici da altri turni. (Tirreno)

"Lascia un milione di euro al suo cavallo", ma è una bufala
Mantova. Ci ha provato anche con la Gazzetta di Mantova un sedicente avvocato, più volte smascherato da Striscia la Notizia, inventore di numerose bufale. L'ultima trovata: "Una mantovana di 96 anni ha lasciato l'eredità al suo cavallo". (Gazzetta di Mantova)

«Mille euro a chi non abortisce»
Padova. «Aiutiamo la vita, aiutiamo le mamme ad avere più figli». Don Marco Scattolon, parroco di Rustega, dalle colonne della cartolina domenicale rivela: «Ho dato e continuerò a dare 1.000 euro alle mamme che decidono di non abortire». Grazie a questo il sacerdote sostiene di essere chiamato “nonno” da più di qualche bimbo. (Mattino di Padova)

"Basta lavoretti". Due ragazzi trevigiani aprono un agriturismo nelle Marche
Treviso. Amargi in lingua sumera significa “tornare alla madre”. È così che Chiara e Marco hanno deciso di chiamare la loro azienda agricola sui monti Sibillini, a Smerillo, in contrada Cugnolo, dove i numeri civici arrivano fino a 8. Stampati sulle case i segni del terremoto del 2016 che, lo scorso 10 aprile, è tornato a farsi sentire nelle Marche. (Tribuna di Treviso)

Poliziotti cinesi di pattuglia a Venezia
Venezia. Divise cinesi al fianco di quelle italiane a Roma, Milano, Venezia e Prato. Fino al 17 giugno, il pattugliamento congiunto tra polizia e carabinieri e agenti di polizia cinese: un modo per far sentire i tanti turisti cinesi che in questi giorni visitano il nostro Paese un po’più al sicuro e a proprio agio. (Nuova Venezia)

Sfrattata, dorme all’ingresso delle poste di Montebelluna
Montebelluna . Da

quando è stata sfrattata dall’appartamento di via Dalmazia dorme o sotto la tettoia delle poste o sotto l’albero che c’è lì vicino. È la donna che tutti in città conoscono perché abitualmente cammina per le strade del centro o è seduta davanti a qualche vetrina. (Tribuna di Treviso)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro