Quotidiani locali

Dj Fabo, il processo Cappato finisce alla Consulta

I giudici della prima Corte d’Assise di Milano scelto la "terza strada" rimandando tutto ai giudici della Corte Costituzionale

Dj Fabo, la Corte d'Assise: ''Il processo a Cappato è rinviato alla Consulta'' La Corte d'Assise di Milano hadeciso di trasmettere gli atti alla Consulta affinché valuti la legittimità costituzionale del reato di aiuto al suicidio nel processo all'esponente dei Radicali e tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato, imputato per la morte di Fabiano Antoniani, 40 anni, noto come dj Fabo, in una clinica svizzera col suicidio assistito il 27 febbraio 2017. I pm chiedevano l'assoluzione; in subordine avevano proposto l'eccezione di illegittimità costituzionale.

ROMA. Nè assoluzione nè condanna per Marco Cappato, accusato di avere aiutato Dj Fabo a morire in Svizzera col ’suicidio assistitò.

leggi anche:

I giudici della prima Corte d’Assise di Milano scelto la ’terza stradà, mandando gli atti alla Consulta per valutare la legittimità costituzionale del reato di ’aiuto al suicidiò, previsto dall’articolo 580 del codice penale

Processo Cappato, deciderà la Consulta. E lui si commuove: "Aiutare Fabo era un mio dovere" Non c'è stata assoluzione per Marco Cappato, ma neppure una condanna nel processo a Milano che vede l'esponente radicale imputato con l'accusa di aver aiutato Dj Fabo a morire in Svizzera. La Corte d'Assise ha deciso di trasmettere gli atti alla Consulta perché valuti la legittimità costituzionale del reato. Il tesoriere dell'associazione Coscioni si è commosso alla lettura dell'ordinanza. "Era mio dovere aiutare Fabo". La fidanzata di Fabiano Antoniani, Valeria Imbrogno, ha commentato: "Siamo molto felici. Era quello che volevamo".di Francesco Gilioli

(’Chiunque determina altri al suicidio o rafforza l’altrui proposito di suicidio, ovvero ne agevola in qualsiasi modo l’esecuzione, è punito con la reclusione da 5 a 12 annì).

Cappato, Milella: ''Decisione Consulta potenzialmente rivoluzionaria, ma esito dipenderà dal nuovo governo'' "La decisione della Corte d'Assise, in merito alla vicenda di Marco cappato e Dj Fabo, di rinviare tutto alla Corte Costituzionale è potenzialmente rivoluzionaria per il tema del fine vita. Se la Consulta dovesse dichiarare incostituzionale la norma che punisce l'agevolazione al suicidio senza influenza sulla volontà dell'altra persona, sarà poi il nuovo governo a dover legiferare in materia. e se sarà un governo di centrodestra, è difficle che prenda una posizione favorevole all'eutanasia." Il commento di Liana Milella

Uno scenario che gli stessi Pm avevano suggerito alla Corte, in subordine alla loro richiesta di assolvere il leader radicale ’perchè il fatto non sussistè. Non tutto il testo della norma, nella lettura dei Pm, potrebbe essere incostituzionale, ma solo la parte in cui «non esclude la rilevanza penale della condotta di chi aiuta il malato terminale o irreversibile a porre fine alla propria vita quando il malato stesso ritenga le sue condizioni di vita lesive del suo ’diritto alla dignita».

Eutanasia, dj Fabo è morto - La storia Dj Fabo è morto, come aveva deciso per mettere fine a un'esistenza fatta solo di dolore. Ma è morto lontano, in una clinica in Svizzera. Nell'ultimo viaggio Fabiano Antoniani, 40 anni, da tre anni cieco e tetraplegico a causa di un'incidente, è stato accompagnato da Marco Cappato, dell'Associazione Luca Coscioni, che ora rischia in Italia 12 anni di carcere (a cura di Damiano Mari)

La pronuncia della Corte Costituzionale, oltre a incidere sul processo a Cappato, potrebbe indicare una strada in una materia, quella del ’fine vità, che pone molti interrogativi etici e giuridici e solo con la recente legge sul testamento biologico ha trovato una prima risposta da parte della politica.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro