Quotidiani locali

Pagamenti, patto contro le frodi

Intesa tra Poste Italiane e Guardia di finanza per contrastare la criminalità. Nuovo portale online sulla trasparenza

ROMA. Contrasto all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali, contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica; contrasto alla criminalità economica e finanziaria, al riciclaggio, alla falsificazione e alle frodi concernenti i sistemi di pagamento attraverso la condivisione del patrimonio informatico di Poste Italiane.

Questi i principi cardine del protocollo di intesa firmato dall’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, e dal comandante generale della Guardia di finanza, Giorgio Toschi. «Grazie a questo accordo Poste Italiane metterà a disposizione della Guardia di finanza il proprio patrimonio informatico – si legge in una nota – anche per l’accertamento e la tutela dell’identità digitale del cittadino costituendo una task force per lo studio dei nuovi scenari criminali. Altra iniziativa è l’accesso via web alla “Identity Check” per la segnalazione di informazioni rilevanti per prevenire e reprimere le frodi e ogni altro illecito».

Poste Italiane mette in campo anche il
nuovo portale “Contratti Aperti e Trasparenti”, per rendere pubbliche e accessibili tutte le informazioni sulla gestione degli appalti e subappalti affidati dall’azienda. Con il portale sarà possibile conoscere il numero e il dettaglio dei contratti sottoscritti da Poste con i fornitori.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista