Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 18 ottobre 2017

Le larve nella pasta comprata nel padovano. Il Tar di Gorizia che promuove il bambino bocciato: il padre non era stato informato del suo scarso rendimento.  Storie dai quotidiani Finegil

Corre per 330 km e al traguardo le chiede di sposarlo
Pisa. "Tor de Geants", giunta alla sua diciassettesima edizione, è il giro dei giganti, e per giganti si intendono il Monte Bianco, il Monte Rosa, il Cervino e il Gran Paradiso.F rancesco Saviozzi è il quarto pisano a concluderla. All'arrivo l'abbraccio con Elisa e la proposta di matrimonio. (Tirreno)

A Prato la migliore cioccolata d'Italia
Londra. Luca Mannori e Claudia Cursi al primo e secondo posto degli Oscar londinesi per le più buone creme spalmabili: tutti e due hanno portato la crema spalmabile "made in Prato" sul podio degli International Chocolate Awards, la cui cerimonia finale si è svolta il 13 ottobre scorso a Londra. (Tirreno)

«In ufficio mi perseguitano» E chiede 72mila euro al Comune
Massa. Un dipendente del municipio di Massa che accusa di avere subito condotte persecutorie in ambito lavorativo da parte dei superiori e forse anche dei colleghi. L'uomo si è rivolto al Tribunale del lavoro a cui chiede la condanna dell'ente comunale e il riconoscimento della somma di 72mila euro. (Tirreno)

Scuole medie. A casa soli o con i genitori? I presidi vanno dall’avvocato
Mantova. I giudici comandano che, all’uscita da scuola, gli studenti delle medie siano consegnati a mamma o papà, l’esperienza e la missione di educatore suggeriscono altro. Che si fa? Nel dubbio l’Associazione istituzioni scolastiche autonome mantovane (Aisam) ha deciso di consultare un avvocato. (Gazzetta di Mantova)

Azzardo e bullismo, problemi per un ragazzo su due
Mantova. Uno studente su due è abitualmente a contatto con il gioco d’azzardo (quasi ogni giorno),  non solo per febbre ed esperienza dirette, ma nel perimetro della sua famiglia, rispetto alla quale si dichiara preoccupato. Uno studente su due, sostiene di esserne stato vittima. L’indagine su 3.710 studenti.

«Classe troppo rumorosa» La maestra dà le dimissioni
Modena. In una classe elementare di Massa si è partiti nel peggior modo possibile. La maestra, arrivata all'istituto comprensivo "Castelfranchi" soltanto in estate, ha infatti rassegnato le dimissioni dopo neppure un mese. (Gazzetta di Modena)

Sfollata durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo 72 anni torna da chi la protesse
Reggio. Dopo 72 anni è tornata a Fabbrico nonna Giuseppa sfollata durante il secondo conflitto mondiale. Tutto è iniziato con un messaggio su Facebook del nipote Luca grazie al quale è tornata in quei luoghi che hanno ospitato (dal 1943 al 1945) lei, la sorella e la cognata. (Gazzetta di Reggio)

Igor, la procura militare apre un'inchiesta
Ferrara. La Procura militare di Verona indaga sulla fuga di "Igor" a Molinella (Bologna), l'8 aprile scorso. La sera dell'omicidio della guardia volontaria Valerio Verri, Norbert Feher alias Igor Vaclavic, pregiudicato serbo, incrociò tre carabinieri che lo seguirono per un tratto. (Nuova Ferrara)

Larve fra la pasta nel piatto di minestra
Padova. Prepara la minestra con le farfalline acquistate al Conad di Carmignano, ma a cottura avvenuta fa la disgustosa scoperta: alcune larve galleggiano sul brodo, insieme alla pasta. La disavventura, è accaduta domenica sera a Franco Sette, residente con la famiglia a Grisignano di Zocco, nel Vicentino. (Mattino di Padova)

Intascò i soldi della scuola, ex preside patteggia un anno e 10 mesi
Padova. Marina Zanon, 58 anni, accusata di malversazione a danno dello Stato, abuso d'ufficio e falso materiale in atti pubblici ha patteggiato un anno e dieci mesi. Secondo l'accusa la dirigente scolastica si sarebbe appropriata di 58mila euro per corsi inesistenti, il figlio processato a gennaio per gli stessi reati.  (Mattino di Padova)

«Pagate le lezioni on line» docente vince in tribunale
Venezia. Anche la didattica on line richiede tempo ed energie e quindi va adeguatamente remunerata. Lo ha stabilito la giudice del lavoro Anna Menegazzo nella causa di lavoro intentata da un docente dell'Accademia delle Belle Arti di Venezia contro la stessa Accademia. Il professore chiedeva il riconoscimento anche di questo tipo di impegno, oltre che di quello in aula. (Nuova Venezia)

Sposato in Italia e in Thailandia: «Va processato per bigamia»
Venezia. «Processate il bigamo»: la richiesta è della pubblico ministero Patrizia Ciccarese per un settantenne di Mirano che giovanissimo si era unito con una donna italiana: dopo 30 anni le nozze con un’orientale, ma non c’era ancora l’atto di divorzio. (Nuova Venezia)

I giudici promuovono lo studente bocciato: «Il padre non sapeva»
Gorizia. Promosso dal giudice. Si potrebbe sintetizzare così la vicenda di un ragazzino che frequenta una scuola media del Goriziano. I giudici accolgono il ricorso dei genitori separati: «Solo la mamma fu avvisata dello scarso rendimento, così fu impedito al padre di intervenire». (Piccolo)

Comprano droga ed entrano in classe
Modena. Gruppi di minorenni si ritrovano sulle gradinate di mattina prima della campanella: uno va dal pusher e acquista per tutti. (Gazzetta di Modena)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista