Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 21 aprile 2017

L'infermiera che a Treviso ha finto di vaccinare i bambini, ha lavorato anche a Udine: 6mila casi da rivedere. A Carpi rubano cinque autobus e li fanno schiantare in una scuola. A Padova una mamma è in coma irreversibile dopo il parto. Pistoia, nasconde il cadavere della madre per 10 anni per continuare a ritirare la pensione. Le principali notizie di oggi dai quotidiani locali del Gruppo Espresso

Mamma in coma irreversibile dopo il parto
Padova.  A poche settimane dal parto, già ricoverata da una decina di giorni è diventata cianotica per una crisi respiratoria. Gli infermieri hanno subito chiamato due anestesiste di turno in quel momento che le hanno posizionato la mascherina d’ossigeno senza farle una tracheostomia (che era in programma prima del parto) d’urgenza.

A Cattinara le braccia robotiche che aiutano i chirurghi a operare
Trieste. La chirurgia robotica, resa possibile dal robot "Da Vinci Sì", consente di effettuare interventi mini invasivi complessi e ad alta precisione. Viene utilizzata in urologia, chirurgia generale e oncologica, chirurgia otorinolaringoiatrica e chirurgia ginecologica.

Nasconde per 10 anni il corpo della madre
Pistoia. Un odore nauseabondo. Come di pesce avariato, messo a bollire sul fornello della cucina. Una cucina che però in quell'appartamento senza neppure la luce elettrica non funzionava da tempo. E poi le decine di bombolette di deodorante spray accuratamente disposte sul mobiletto dell'ingresso, unica isola di ordine in un caotico mare di ciarpame, vestiti e immondizia.

Fingeva di vaccinare i bambini, l'infermiera di Treviso aveva lavorato anche in Friuli
Udine. Lo scandalo vaccini che ha colpito l'ospedale trevigiano ha nuovi sviluppi. L'assistente sanitaria ha avuto esperienze lavorative anche nella Bassa friulana: secondo l'Azienda sanitaria di Udine sarebbero 6.000 le persone vaccinate in quel periodo.

In Fvg è triestino il record di allattamento al seno
Trieste. A livello regionale il 30,34% delle mamme svezza il proprio bebè da latte esclusivo. A Trieste e provincia invece la media viene letteralmente superata. Nel 2016 il 42,99% di donne ha seguito la raccomandazione genuina dettata anche dall’Oms: allattare fino al sesto mese. Ma il consiglio prevede anche che il latte materno rimanga di prima scelta pure dopo con l’introduzione di alimenti complementari, fino a due anni di vita e oltre.

Ragazzi liberi dal cellulare: «Ho giocato con il nonno»
Mantova. Quarantotto ore senza smartphone: questa la sfida lanciata dall'istituto comprensivo di Goito e trasformata in realtà dalla professoressa Antonella Rovatti e dal professore Luca Bassani, con la preziosa collaborazione della psicologa dell'azienda ospedaliera Carlo Poma di Mantova Elisabetta Fronzoli.

L’interprete va in tribunale, porte aperte nelle Corti dell’Ue
Trieste. L'offerta formativa del Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell`Interpretazione e della Traduzione si arricchirà dall'anno accademico 2017-2018 di un nuovo corso di laurea triennale in Comunicazione interlinguistica applicata alle professioni giuridiche. Si tratta di una novità assoluta a livello internazionale, un percorso formativo che associa una solida preparazione nelle discipline del diritto a robuste competenze nella traduzione e nella comunicazione interlinguistica.

Rubano cinque autobus: autoscontri e schianto dentro la scuola
Carpi. Un gesto folle, assurdo e su cui i carabinieri della Compagnia di Carpi stanno cercando di fare luce. Questa mattina, venerdì 21 aprile, alle 4 circa un gruppo di vandali - chiamiamoli così, per ora - si sono introdotti nel deposito autobus di via Peruzzi a Carpi ed hanno rubato cinque mezzi di Arianna (il trasporto urbano di Carpi).

Un club per gli animali, tra erbe e cibi speciali
Modena. Due menti, due braccia: così amano definirsi. Dominic Vigato e Orlando Zito, 58 e 47 anni, ex responsabile estero presso un'azienda il primo, ex pubblicitario il secondo. L'idea: esaudire i desideri e le esigenze dei più cari amici dell'uomo, i cani. Ma, soprattutto, lanciare una piattaforma. Così è nato Baubauclub, servizio di consulenza per la cura dell'alimentazione dei propri piccoli amici, che si preoccupa delle loro intolleranze ed esigenze (crescita, traumi, gravidanza) e di variare la dieta in base alle stagioni.

A Venezia iniziano le ricerche della terza colonna, sub anche di notte
Venezia. Via libera definitivo ieri alle indagini tomografiche nell’area del molo di San Marco - tra il ponte della Paglia e la Biblioteca Marciana - per individuare la possibile presenza della mitica terza colonna, quella che secondo le cronache andò perduta e sommersa in acqua nel 1172 mentre veniva portata a riva insieme alle “sorelle” del Todaro e del Leone alato, e rimase sul fondo del molo.

Marcello spicca il volo con il suo eroe Diabolik
Modena. Sceneggiatore di fumetti ormai a un passo dal grande salto, il fioranese Marcello Bondi aveva avuto circa un anno fa la grande soddisfazione di vedere realizzato e pubblicato un suo soggetto per Diabolik. Dopo "In Mano Al Nemico", non ci sono state altre pubblicazioni nella fortunata serie dedicata al criminale in tuta nera. Ma come sempre, da cosa nasce cosa, e anche se Marcello non è ancora uno sceneggiatore professionista che possa svolgere questa sola attività (del resto ha poco più di vent'anni), i suoi impegni nel mondo del fumetto sono ormai decine e in tutto il mondo. «La pubblicazione con Astorina - la casa editrice di Diabolik - mi ha dato l'opportunità di farmi notare anche fuori dal mondo del fumetto. Sono stato contattato dalla redazione di D - La Repubblica per un numero speciale per i 20 anni della rivista, dedicato proprio a 20enni di successo.

Jesolo diventa sempre più dog friendly
Jesolo. Una città davvero "dog friendly". Oggi all'hotel Croce di Malta la presentazione dei tre progetti per l'accoglienza dei cani nelle strutture ricettive e spiagge. Sono il Pet Hotel, uno specifico club di prodotto per garantire ancora più servizi dedicati nelle strutture che vi aderiscono, la spiaggia Bau Bau Beach e le modalità per gestire una emergenza, ovvero come intervenire quando il nostro cagnolino sta poco bene.

Scappa dall’Iraq con dieci figli
Udine. Un nucleo familiare di 14 iracheni, tra cui dieci minorenni (dai pochi mesi ai 17 anni), da venerdì scorso è stato accolto nell’ex caserma Friuli, che ospita attualmente una settantina di profughi. La famiglia ha scelto l’Italia, e

Udine in particolare, per riorganizzare la propria vita, dopo essere fuggita dall’Iraq, lasciando a Qanaken familiari e amici. Il capofamiglia, Dler Qadr, 43 anni, militare dell’esercito iracheno, ha portato con sè le due mogli, Shren Esmael, 35 anni, e Luma Xalil, 34, e i loro dieci bambini.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVI SERVIZI EDITORIALI

Una redazione a disposizione degli autori