Quotidiani locali

"I gattini non domineranno il mondo": è un successo il crowdfunding di valigiablu

Oltre dodicimila euro di donazioni in due settimane per finanziare il sito specializzato nello samascherare le bufale dell'informazione. Arianna Ciccone: "E' il segnale che se se si va incontro alle loro esigenze, i lettori rispondono" 

Mentre si continua a discutere della crisi dei media, c'è chi è disposto a investire dal basso per sostenere un giornalismo di qualità, indipendente e basato su una forte relazione con il pubblico. E forse è proprio questo il valore aggiunto che ha favorito il successo della campagna di crowdfunding lanciata dal sito valigiablu : sono già più di 12 mila euro le donazioni inviate da oltre trecento sostenitori, duemila in più rispetto alla richiesta fatta al pubblico con un divertente video. Obiettivo raggiunto (e superato) in soli quattordici giorni dal lancio dell'appello, con la scadenza della campagna che rimane fissata per il prossimo 22 dicembre.

"Non ci aspettavamo nel modo più assoluto un successo di questa portata" dice Arianna Ciccone, direttrice del festival del giornalismo di Perugia e tra i fondatori di valigiablu. "Certo, la sensazione di avere un pubblico attento e disposto a sostenerci c'era, ma andava verificata concretamente. Perciò abbiamo lanciato questa campagna dicendoci che se anche fosse andata male non ne avremmo fatto un dramma. Invece è stato il contrario e ne siamo felicissimi, anche perchè pure ora che l'obiettivo è stato raggiunto le donazioni continuano ad arrivare".

"La nostra campagna - continua Ciccone - ha dimostrato qualcosa di importante per il mondo dell'informazione: non è vero che i lettori vogliono tutto gratis e che non sono disposti a pagare per i contenuti. Al contrario se c'è attenzione alle loro richieste e alle loro esigenze, i lettori rispondono positivamente anche in termini economici. Per valigiablu, che è nata sui social, l'attenzione alle domande e ai contributi del pubblico è sempre stata fondamentale, fin dall'inizio" .

Il sito è infatti strutturato come un blog collettivo ed è nato nel 2010, in seguito a una raccolta firme digitale lanciata dalla stessa Ciccone: l'obiettivo era ottenere una rettifica del Tg1 in merito a una notizia sul processo Mills , e ci furono 200mila adesioni in cinque giorni. Valigiablu è alimentato dai contributi di dieci tra giornalisti, programmatori e grafici, e si caratterizza per un forte impegno sul controllo delle dichiarazioni dei politici, per lo smascheramento delle bufale e per una grande attenzione al mondo digitale. 

"I soldi raccolti con il crowdfunding - dice Arianna Ciccone - ci serviranno per garantire un piccolo corrispettivo economico a chi tra noi si dedica a tempo pieno a curare il sito, e in piccola parte per finanziare la produzione di nuovi contenuti e il lancio di nuovi progetti. Ci piacerebbe in particolare riuscire a produrre dei video pensati apposta per i social network, che spieghino in breve alcuni temi legati all'attualità. Il successo della campagna ci spingerà a migliorare ancora per ripagare la fiducia che ci hanno accordato i nostri sostenitori. Già lunedì prossimo pubblicheremo il prossimo progetto cui stiamo lavorando, dedicato al cambiamento climatico e che seguirà da vicino la conferenza sul clima di Parigi".    

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista