Quotidiani locali

Livorno, un mese dopo l'alluvione: il foto-racconto

Come era la città subito dopo la tragica alluvione del 10 settembre 2017 e come è oggi, a un mese di distanza. La distruzione e la ripresa di Livorno è documentata dalle foto scattate a ottobre e messe a contronto con le stesse del mese prima. Ponti crollati e ricostruiti, case invase dal fango e liberate, montagne di rifiuti e detriti che erano lo speccio del disastro e sono stati eliminati

Un appartamento di Ardenza
La riga di fango sulla parete di questa casa di Ardenza, la mattina dopo l'alluvione, testimonia quanto erano altre le onde di fango il 10 settembre 2017: un mese dopo in quell'appartamento non è rimasto niente, resiste solo il lampadario della cucina.

Montenero Basso
L'alluvione non ha risparmiato Montenero, in particolare piazza delle Carrozze: l'auto trascinata dal fiume di fango e finita contro alcune abitazioni è uno dei simboli della notte del 10 settembre 2017



Ponte del Limoncino
Una delle prime immagini della distruzione post-naufragio è stata il crollo del ponte del Limoncino: l'intervento della Regione ha permesso la ricostruzione nel giro di due settimane e ha interrotto l'isolamento delle famiglie

Tre Ponti
A destra la spalletta dei Tre Ponti portata via dalla piena del Rio Ardenza all'alba del 10 settembre 2017. A sinistra la sua messa in sicurezza

Parcheggio di via Allende
Le montagne di rifiuti in via Allende, davanti al PalaMacchia, sono state rimosse nel giro di un paio di settimane: c'erano cumuli di terra trascinati dalla corrente e ricordi risucchiati dalle cantine di tantissimi livornesi

Salviano
Fango, detriti e rifiuti sotto le finestre di alcuni condomini tra via Salviano e via dei Pelaghi: il piazzale è stato ripulito dai residenti della zona e da tanti volontari nei giorni successivi all'alluvione del 10 settembre 2017

Ponte sul Rio Ardenza
Il ponte di via Mandolfi è stato spazzato via dall'esondazione del Rio Ardenza: adesso i blocchi di cemento posizionati ai lati consentono l'apertura al traffico, mentre gli argini del torrente sono stati rinforzati

Via di Sant'Alò
Prima e dopo in via di Sant'Alò, la zona in cui l'alluvione ha provocato due vittime e devastazione in ogni angolo: il ponte che attraversa il Rio Ardenza è stato delimitato con alcuni blocchi di cemento per garantire la sicurezza dei cittadini

Via Pacinotti
Auto accatastate in via Pacinotti, ad Ardenza mare: in quella strada, dopo l'alluvione del 10 settembre 2017, operai e volontari hanno lavorato per giorni ripuledo l'asfalto e cercando di riportare la situazione alla normalità

Via di Salviano
Mattoni e cemento che una volta erano muri e pareti, alberi crollati e detriti di ogni tipo sull'asfalto: via di Salviano è stata chiusa subito dopo la tragica alluvione per consentire i lavori sul ponte e dovrebbe riaprire proprio il 10 ottobre 2017


 

 


 


 

 

 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics