Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Grifone ha rispettato le consegne: giocare come sa giocare (bene)

Tommaso Pierangioli (foto di noemy lettieri per biancorossi.it)

Pierangioli si è rivelato come un acquisto azzeccato Andreotti deve ancora sbloccarsi tra coppa e campionato

GROSSETO. Se ripartire dal secondo tempo di Piombino, era la parola d’ordine in casa biancorossa prima della gara di Ponte Buggianese, il giorno dopo il debutto in campionato, possiamo dire che la squadra di Sebastiano Miano ha mantenuto le consegne, approcciando la trasferta in Valdinievole nel migliore dei modi.

Una prima che ha finito per mettere ancora una volta in evidenza la bontà dell’acquisto di Pierangioli che, a dire il vero, non è uno che abbia mai concorso alla classifica dei cann ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GROSSETO. Se ripartire dal secondo tempo di Piombino, era la parola d’ordine in casa biancorossa prima della gara di Ponte Buggianese, il giorno dopo il debutto in campionato, possiamo dire che la squadra di Sebastiano Miano ha mantenuto le consegne, approcciando la trasferta in Valdinievole nel migliore dei modi.

Una prima che ha finito per mettere ancora una volta in evidenza la bontà dell’acquisto di Pierangioli che, a dire il vero, non è uno che abbia mai concorso alla classifica dei cannonieri, ma che evidentemente negli schemi del Grifone trova il modo di esaltarsi al massimo, non solo nel ruolo di uomo assist. Per una faccia certamente sorridente però, ce n’è un’altra, quella di Andreotti, sicuramente più scura. Il capocannoniere dello scorso campionato è ancora a secco, tra coppa e appunto campionato, e solo nell’amichevole con l’Albinia era riuscito ad andare a rete. Ma Miano fa bene a insistere sull’ex Cuoiopelli, che pure se non segna, davanti fa un gran lavoro. Si tratta solo di aver pazienza e poi le reti arriveranno copiose, anche per lui.

Del resto, questa squadra dalla cintola in su è una autentica macchina da guerra e lo dimostrano i 6 gol segnati in trasferta tra Piombino e Ponte Buggianese. Quasi costretta, per gli elementi in rosa, a giocare per lunghi tratti con il 4-2-4. Un sistema di gioco che richiede un grandissimo a lavoro ai due centrali di centrocampo, Raito e Cretella, e una grande attenzione poi, da parte di tutti. Certo è che se Miano punta a una squadra con Molinari titolare, vien da chiedersi se non sia il caso di andare a prendere ancora un terzino destro “grande” , per evitare di scendere in campo poi con quattro under, quando il regolamento obbliga le squadre a metterne in campo solamente 3. Insomma, la domanda è: può una squadra che vuol vincere il campionato permettersi di giocare addirittura con quattro under? Domanda che ovviamente, giriamo a diesse e società, fermo restando che tener fuori Molinari non è cosa semplice.

In ogni caso, c’è comunque da migliorare sotto porta, perché non si deve dimenticare che 2 gol su 3 sono venuti da palla inattiva. Ma siamo appena all’inizio. Domani sera intanto, è già Coppa Italia. —