Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

«Secondo tempo inguardabile Ci serve un bel bagno di umiltà»

LE INTERVISTEFacce arrabbiate nel dopo gara in casa Gavorrano: perdere in questo modo, anche se ai rigori, contro il Seravezza non ha fatto certo piacere. Il direttore generale Filippo Vetrini lo...

LE INTERVISTE

Facce arrabbiate nel dopo gara in casa Gavorrano: perdere in questo modo, anche se ai rigori, contro il Seravezza non ha fatto certo piacere.

Il direttore generale Filippo Vetrini lo dice chiaro, senza troppi giri di parole: «Non essere riusciti a passare il turno in coppa è relativo, l’amarezza è per l’atteggiamento della squadra. È un campanello d’allarme importante in vista del campionato, lì ci sono 19 squadre che ci aspetteranno con il coltello fra i denti e ci sarà da lottare su ogni pallone. Era una partita vinta e stravinta. Ci serve un bel bagno d’umiltà. Sul 3-1 abbiamo avuto un pochino di paura e dire che avevamo avuto diversi modi per chiuderla ancora. Sono arrabbiatissimo perché non è questo il modo di approcciare una competizione, un secondo tempo inguardabile. L’unica nota positiva è che manca una settimana all’inizio del campionato e possiamo migliorare. Un inciampo che ad inizio di stagione può capitare, ma che non deve ripetersi».

Amareggiato anche mister Pier Francesco Battistini, che una settima fa invece aveva visto vincere i suoi sempre ai rigori a Fregene: «Ma oggi è stata tutta un’altra roba – attacca – Sette giorni fa avevamo avuto una reazione nella ripresa, ora è stato l’esatto contrario con un secondo tempo del genere. Con una prestazione così c’è da riflettere e bene. Bisogna capire che questa non è una via da battere, quella della leziosità, della leggerezza, della superficialità. Sappiamo che da ora in poi troveremo tutte squadre attrezzate che non si arrenderanno, come lo stesso Seravezza. Non possiamo crogiolarci sulle nostre capacità, rischiamo di fare brutte figure».

Felice mister Walter Vangioni che ha seguito la gara dalla tribuna sgolandosi a più non posso: «Nel primo tempo non c’è stata partita e ho visto un gran Gavorrano che sarà sicuramente una delle protagoniste, che ha dominato in lungo e largo. Poi però nella ripresa loro hanno mollato e noi c’abbiamo creduto. Se siamo quelli di oggi però (ieri, ndc) faremo fatica a mantenere la categoria. Il plauso lo faccio ai ragazzi perché comunque hanno lattato, ma domenica prossima se giochiamo così perdiamo di sicuro e dobbiamo crescere per forza». – EN. GI.