Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Gavorrano sprecone e impreciso saluta la Coppa

Dal 3-0 al 3-3 e poi la sconfitta ai rigori: il Seravezza implacabile con Della Pina dopo gli errori di Gagliardini e Pupeschi

GAVORRANO

Harakiri Gavorrano. Nel secondo turno di coppa Italia di serie D i minerari sembrano dominare il Seravezza: alla fine del primo tempo il punteggio è di 3-0; ma nella ripresa ecco la rimonta dei versiliesi che agguantano i rossoblù al 95’, per poi batterli ai calci di rigore per 8-7. Sarà anche calcio “d’agosto”, ma la figuraccia rimediata da Conti e compagni deve suonare come un campanello d’allarme per l’undici di mister Battistini, visibilmente contrariato a fine partita.

Per un tempo sembra di assistere ad un allenamento, condito dal gran caldo che aleggia ancora al Malservisi-Matteini. Il Gavorrano con il suo modulo più che collaudato padroneggia a piacimento, e i gol arrivano con cadenza quasi regolare. Dopo un’incursione di Gomes bloccato in fallo laterale, sulla rimessa la palla spiove sul secondo palo con Moscati che calcia in porta, trovando forse la deviazione decisiva che batte Cavagnaro. Il centrocampo unionista manovra che è un piacere supportato da una difesa che sembra imperforabile: e in avanti Gomes è il totem ideale per tenere impegnata la retroguardia verdeazzurra. Pardera ci prova al 17’, poi il Seravezza si mangia il pari al 25’ sulla disattenzione difensiva di Mastino, all’esordio, con il retropassaggio che innesca Rodriguez e solo la paratissima in angolo di Salvalaggio evita la capitolazione. Il 2-0 è una perla di Cela: l’interno riceve il passaggio al limite dell’area in orizzontale e con il mancino gira ad incrociare verso la porta. Un gol da applausi. Il 3-0 è la classica rete da uomo d’area: Gomes anticipa il diretto marcatore e di testa insacca da pochi passi. Un 3-0 che sembra chiudere i conti.

Invece il Seravezza reagisce. Eccome. Al 54’ il rigore per fallo di mano di Ferrante sembra generoso, con la palla che rimbalza sul braccio del difensore su un lancio innocuo. Rodriguez accorcia con freddezza. Inizia la girandola dei cambi e gli ospiti insistono trovando il pari nel finale. All’85’ sull’angolo di Rodriguez di testa sul secondo palo sbuca Bortoletti e schiaccia in rete. Poi all’ultimo assalto il traversone è rimesso al centro e Bongiorni con un tocco sporco in mischia pareggia. Ai tiri dal dischetto Gagliardini e poi Pupeschi sbagliano quelli decisivi, mentre Della Pina regala la vittoria e il passaggio del turno ai suoi. —

ENRICO GIOVANNELLI