Quotidiani locali

us gavorrano 

Minerari in campo domenica 9 ma senza sapere contro chi e dove

La Lega non ha comunicato ancora il prossimo avversario in Coppa Italia. I rossoblù  hanno comunque tenuto a bada l’attacco del Fregene

GAVORRANO

Ancora un rigore decisivo, questa volta però dopo l’1-1 dei tempi regolamentari, ha regalato al Gavorrano la seconda vittoria in Coppa Italia di serie D e il passaggio del primo turno. Per i rossoblù manca però ancora l’avversario, visto che la Lega non ha fatto sapere nulla, come del resto sulla composizione dei calendari del campionato.

Una situazione non certo agevole, considerato che comunque le società un minimo di programmazione devono pur farla. Sicuramente i ragazzi di mister Pier Francesco Battistini torneranno in campo domenica prossima, sempre in Coppa, con avversario, sede e orario da definire.

Intanto rimane la convincente prestazione offerta da Conti e compagni a Fregene, su un campo a dir poco ostico. Non solo per le dimensioni e la superficie in sintetico di prima generazione, con i calciatori minerari che ci hanno messo un po’ ad abituarsi, soprattutto nel valutare i rimbalzi. L’Sff Atletico del resto, squadra nata dalla fusione di due società, il Fiumicino e appunto il Fregene, non ha poi concesso molto soprattutto nel primo tempo. L’attacco dei laziali era il reparto più temuto e la difesa unionista con l’esordio anche di Mori ha tenuto bene, almeno fino al 20’, quando Nanni con un preciso rasoterra ha bucato Salvalaggio.

Il Gavorrano costruito da Filippo Vetrini ha però una rosa e caratteristiche da camaleonte e nella ripresa alcuni cambi, come l’inserimento di un ulteriore tre-quartista come Cela al posto di un evanescente Moscati e in difesa di Ferrante, hanno permesso di cambiare volto alla squadra rossoblù. La zampata all’incrocio di Pupeschi sull’assist di Conti ha rimesso le cose a posto, con i minerari capaci di crederci fino alla fine e di rischiare di vincere, come sette giorni prima con il Sangimignano, seppur in inferiorità numerica per il doppio giallo al motorino Brenci. Al novantesimo proprio Cela ha visto sfilare di poco fuori la botta a colpo sicuro. Poi la lotteria dei rigori e la rete decisiva di Pardera al sesto penalty.

Mister Battistini guarda avanti: «Come nella vittoria contro la formazione senese nel preliminare,

passare il turno significa per noi giocare un’altra gara ufficiale per l’avvio del campionato. Tutta esperienza per un gruppo rinnovato e giovane come siamo noi». In attesa che nei prossimi giorni arrivino finalmente comunicazioni importanti. —

ENRICO GIOVANNELLI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro