Quotidiani locali

COPPA ITALIA 

Gavorrano, passare il turno è stata una faticaccia

Rigore al 90’ trasformato da Conti: il Sangimignano si è rivelato un osso duro. Prossimo avversario sarà l’Sff Atletico





Il Gavorrano bagna la prima ufficiale con una vittoria: ma quanta fatica per battere, 2-1 con un rigore nel finale di capitan Conti, un buon Sangimignano. I 90’ del Malservisi-Matteini sono stati così la classica sfida agostana, al caldo di un temperatura intorno ai 30 gradi ma con un vento da nord che almeno faceva respirare.

Pronti via e la prima novità in casa mineraria è il trequartista: Koci dietro il tandem d’attacco Gomes-Moscati. Per vedere una conclusione degna di nota bisogna aspettare l’8’: Bracci per i senesi spara alto da fuori. I padroni di casa, scesi in campo con una vistosa maglia gialla e banda verticale sul fianco biancoceleste, sono pericolosi al 17’: sul terzo angolo consecutivo Gagliardini riesce a colpire di testa e Chiarugi para. Al 22’ i neroverdi sprecano una colossale palla gol. Santucci in posizione centrale rifinisce per Bracci, liberandolo fra i centrali unionisti: Salvalaggio esce alla disperata, con l’attaccante senese che tenta la conclusione angolata esaltando il portiere maremmano che vola alla sua destra e mette in corner. Una paratissima insomma. Scampato il pericolo, come spesso succede nel calcio, dal gol fallito dal Sangimignano arriva il vantaggio locale. Moscati sfonda a sinistra dopo un dribbling e mette in mezzo: la difesa sembra spazzare ma arriva Joseph che riesce a ribattere verso la porta, con un diagonale che viene lasciato passare senza che nessuno intervenga. Moscati, rimasto solo, si ritrova il pallone fra i piedi e mette dentro indisturbato. Al 36’ per poco il Sangimignano non si fa un clamoroso autogol. Sul lancio lungo dalla mediana Donati di petto vorrebbe alleggerire verso Chiarugi, ma la palla prende in controtempo il portiere e solo un precipitoso recupero dello stesso Donati evita quasi sulla linea l’autorete. Il pari al 45’. Borgarello va via a destra e mette in mezzo: Donati gira l’assist quasi indisturbato e mette alle spalle di Salvalaggio.

Nella ripresa il ritmo cala alla lunga. Il Gavorrano tenta di fare gioco con il Sangimignano che invece si affida al contropiede. Al 68’ sull’angolo di Conti ancora Gagliardini svetta: una deviazione fa uscire la palla di un soffio. All’89’ Lucarelli s'inventa un’azione degna di suo padre Cristian: recuperata palla ai 25 metri inizia uno slalom alla Tomba e dopo aver

saltato 3-4 avversari in area finisce giù. Non sembra un rigore solare, ma il fischio di Picchi vale il penalty. Conti è glaciale e segna il 2-1 regalando il passaggio del turno e la prossima sfida contro il Sff Atletico, nato dalla fusione del Fiumicino e del Fregene, in trasferta. —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro