Quotidiani locali

CALCIO/ECCELLENZA 

Otto addii e sei new entry per il Grifone che verrà

Ecco chi ha lasciato e chi arriva: in attacco la coppia della Cuoiopelli promette di non far rimpiangere Vegnaduzzo

GROSSETO

Ma come cambia il Grosseto 2018- 2019, rispetto a quello della passata stagione? Dal punto di vista tattico, non tantissimo, dal momento che la base anche con mister Miano, sarà quella di una difesa a 4. Cambieranno invece molti interpreti, che avevamo imparato ad apprezzare, chi più e chi meno.

Vegnaduzzo, Invernizzi, Vento, Salvestroni, Degl’Innocenti, Berretti, Faenzi e Borselli sono i “vecchi”, che non vedremo più in campo con la maglia biancorossa del Grifone. Al loro posto, ecco gli arrivi di Camilli, Cretella, Zagaglioni, Andreotti, Pirone e Luci.

A fronte di otto uscite quindi, il Grosseto prende sei giocatori, ma recupera dai rispettivi infortuni, giocatori come Fratini e Del Nero.

In attacco, vanno via in tre (Vento, Invernizzi e Vegnaduzzo), mentre entrano Andreotti e Pirone.

In termini di “sostanza” netto miglioramento, malgrado l’ottima stagione di Vegnaduzzo, dal momento che arriva in Maremma la coppia gol della Cuoiopelli della passata stagione, peraltro con una carta d’identità nettamente più fresca rispetto a quella sudamericana che saluta, insieme a un Vento cui nessuno ha poi veramente concesso spazio e fiducia.

Quattro sono invece i centrocampisti che se ne vanno (Degl’Innocenti, Salvestroni, Faenzi e Berretti), al posto dei quali ecco, Zagaglioni, Cretella e Luci.

Sui primi due, almeno sulla carta, niente da dire, con un curriculum con tanta categoria superiore che dice tutto. Spiace per Faenzi, la cui annata è stata purtroppo anche condizionata da un infortunio. Berretti era stato quello che alla fine aveva dato di più alla causa biancorossa, sebbene a intermittenza, mentre gli altri due non hanno quasi lasciato traccia del loro passaggio. Luci è infine uomo di fiducia di Miano, un autentico jolly prezioso da utilizzare un po’dappertutto. Nella speranza di rivedere quel Fratini che così bene impressionò tutti, prima di farsi male. Sarà necessario attendere il giudizio del campo prima di poter capire se e cosa cambia.

Non sarà invece rimpiazzata numericamente, l’uscita di Borselli, giunto per giocare a centrocampo e finito adattato a fare

il terzino destro. In quella posizione quest’anno giocherà un under.

Già, questione spinosa e complicata questa. Sia trattenere i migliori dello scorso anno, quanto andarne a scovare di nuovi, bravi e soprattutto vogliosi di accettare la maglia biancorossa in Eccellenza. —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro