Quotidiani locali

«Grifone, non sarò più io il presidente»

L’annuncio di Simone Ceri: «Questo è un calcio che non rispecchia i miei valori». Oggi a Firenze la Supercoppa 

GROSSETO. «Questo è un calcio che non rispecchia i miei valori. Un mondo nel quale io non mi riconosco».

A due giorni dall’amara eliminazione del Grosseto dai playoff del campionato di Eccellenza, torna a parlare il presidente della società unionista, Simone Ceri e le sue non sono parole banali: dichiarazioni sulle quali tutti quelli che amano veramente la maglia biancorossa dovranno ben riflettere.

«Un mondo in cui ognuno tira l’acqua al proprio mulino – prosegue Ceri – pieno di personaggi che cercano continuamente di venderti fumo, solo per il proprio tornaconto. Perciò meglio smettere oppure riprendere con la stessa filosofia con la quale abbiamo fatto calcio a Roselle sino all’anno prima».

Questo significa che Simone Ceri non sarà il presidentenella prossima stagione?

«I titoli hanno ben poco significato. Magari il presidente lo farà Mario Ceri. Io di certo non lo farò. Se però riusciremo a cambiare un po’ di cose che abbiamo visto quest’anno, posso e rimanere per dare una mano. Al momento non vi so dire chi sarà il presidente».

Domani vi vedete con Egidio Bicchierai, probabilmente il direttore sportivo per la prossima stagione sportiva. È corretto?

«Sì, ci incontreremo e parleremo. Possibile che sia lui il nostro diesse, ma dobbiamo parlare di tante cose».

Questione stadio. È davvero possibile vedere il Grifone giocare a Roselle nel prossimo campionato?

«È ancora prematuro parlare di questo. Di sicuro posso dire che giocare allo Zecchini non ci porta alcun vantaggio. Un impianto enorme e dispersivo per un campionato come quello di Eccellenza».

Questione centro sportivo: quando partiranno i lavori per la realizzazione?

«C’era stato un errore nella prima fidejussione. In questi giorni stanno lavorando per prepararne una nuova. Io mi auguro che facciano presto, perché le ditte incaricate dei lavori, sono pronte a iniziare».

Pensa che presenterete domanda di ripescaggio?

«Fare una domanda non è complicato. Dobbiamo valutare tante cose. Al momento non saprei rispondere. Di sicuro con quanto ci è costato il campionato appena terminato avremmo potuto allestire una squadra in grado di salvarsi tranquillamente in serie D» .

Dunque sono molte le questioni in ballo e a partire da domani, dall’incontro tra società e nuovo diesse, le prime indicazioni prenderanno corpo.

Supercoppa. La squadra si reca oggi a Firenze, nello stesso impianto sportivo dove alzò al cielo la Coppa Italia regionale, per la disputa della seconda edizione della Supercoppa Toscana, alla quale prendono parte Grosseto, Aglianese e Sangimignano. Un torneo che non rilascia

crediti e quindi valevole solo per il prestigio. Triangolare con partite di 45’, che comincia alle 18 con il Grosseto a fare da spettatore e in campo alle 19 contro la perdente dell’altra partita. In panchina ci sarà Emiliano Biliotti. Convocati molti ragazzi della Juniores.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori