Quotidiani locali

Eroica sull’Amiata Battaglia Under 23

La gara vede la partenza di 24 squadre, delle quali 8 straniere Prima tappa il 28 aprile, da Civitella Paganico a Cinigiano

GROSSETO
Saranno 24 le squadre che sabato prenderanno il via alla seconda edizione del “Toscana Terra di Ciclismo – Eroica” per corridori Under 23 che si svolgerà tra le province di Grosseto, Arezzo e Siena. Tra queste la nazionale della Russia, due squadre dalla Svizzera, una dalla Gran Bretagna, dall’Austria, dalla Repubblica Ceca, da Monaco e Francia. Otto squadre straniere e sedici italiane che si contenderanno il successo finale dopo tre tappe, per complessivi 465 chilometri di gara. . La prima tappa è in programma sabato 28 aprile con partenza alle 12 da Civitella Paganico e arrivo a Cinigiano, dopo 146 chilometri di gara. La seconda tappa si svolgerà lunedì 30 aprile in provincia di Siena. Il via avverrà da Radicofani e l’arrivo avrà luogo in vetta al Monte Amiata.

La terza e ultima frazione vedrà la partenza a Marciano della Chiana, in provincia di Arezzo mentre l’arrivo finale, come avvenuto già lo scorso anno, avverrà a Buonconvento, in provincia di Siena. Buonconvento ospiterà anche tutte le operazioni preliminari che si svolgeranno venerdì e la presentazione delle squadre.

La corsa è complessivamente impegnativa, con una prima tappa molto movimentata, una seconda tappa con arrivo in salita, una terza tappa con sei tratti di strada bianca che promettono spettacolo ed un ritorno al passato: «Il ritorno di Eroica con gli Under 23 ha radici importanti – dice Giancarlo Brocci, ideatore della gara - Nel 2009 si partì con l’esperienza de il Giro Bio e si chiamava, nel progetto nostro per Regione Toscana, Giro a tappe eroico o ciclismo biologico, da cui la sigla che contraddistinse per quattro anni il Giro d’Italia Dilettanti. Lo scopo era straordinariamente ambizioso: mostrare che fare ciclismo in modo naturale, mangiando da atleti di robusto appetito e vivendo una straordinaria esperienza di sport si poteva fare. Quel ciclismo dette spettacolo, raggiunse gli obiettivi che si era preposto al punto tale che le controindicazioni, rispetto al mondo ufficiale, fatto di preparatori e di rapporti peso-potenza, furono tali da decretarne lo stop. Forse si era solo in anticipo sui tempi e sui bisogni percepiti; di certo era grande ciclismo e, guarda caso, ripropose tanti momenti eroici, a partire dalle strade bianche reinserite in una corsa a tappe, dalla

convivialità, dalla voglia di sperimentare nuovi orizzonti e formule. Nel 2017 siamo tornati a chiamare Eroica il “Toscana Terra di Ciclismo”, ovvero una prova internazionale per Under 23 che ha riproposto strade e scenari tipici del nostro modo di concepire il ciclismo».



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro