Quotidiani locali

Il gusto di vincere dopo un anno

Sfatato il tabù della trasferta grazie alla rasoiata di Damonte Il Gavorrano al Granili fa faville, domenica altra gara verità

GAVORRANO. Il terzo gol in campionato di Loris Damonte, rasoiata dal limite dell’area quando ormai i titoli di coda del match già stavano passando contro la Pro Piacenza, non ha solo regalato al Gavorrano la prima vittoria in trasferta nel campionato di serie C.

Ha sfatato di fatto un tabù per i rossoblù di Giancarlo Favarin, costretti ad inseguire gli emiliani, che con il gol di Musetti poco dopo la mezz’ora del secondo tempo stavano anche loro interrompendo una serie negativa fatta solo di sconfitte e che sentivano di aver blindato in qualche modo la loro salvezza. Proprio a discapito della formazione mineraria. Invece quando ormai la zona Cesarini era in corso, prima Lorenzo Remedi in mischia e poi come detto Damonte, diventato l’uomo della provvidenza, ribaltavano match e probabilmente le sorti di tutta una stagione.

A tre giornate dalla fine del campionato c’è ancora molto da scrivere, ma avere speranze porta stimoli e sicuramente ulteriori motivazioni. Al Granilli sembrava una gara già vista e rivista. Match sostanzialmente equilibrato con il Gavorrano che poteva recriminare per le tante occasioni avute e purtroppo sprecate, un paio del capitano Brega, con l’urlo del gol strozzato in gola. Poi la doccia gelata con il gol subito. A questo punto evidentemente i rossoblù si sono messi alle spalle tutti i timori, e hanno attaccato senza un domani. E in pochi minuti sono arrivati i due gol.

Il Gavorrano a guardare le statistiche non vinceva lontano dalle mura amiche da un anno esatto. Gli ultimi tre punti “on the road” erano stati conquistati il 23 aprile del 2017 a Recco contro lo Sporting, un 3-1 che sigillava la vittoria del campionato. Poi però con il passaggio di categoria in serie C, i minerari in trasferta hanno balbettato. Fino allo scorso sabato pomeriggio solo sei pari e 10 sconfitte. In classifica non è cambiata la posizione. Oggi il Gavorrano a tre turni dalla fine del campionato è salito a 33 punti, sempre terzultimo, dietro ad un Arezzo che seppur penalizzato di 9 lunghezze continua a vincere, battuta anche la Robur Siena (1-0) e ora ha 36 punti e sarebbe praticamente salvo diretto. La Pro Piacenza è scalata al quartultimo posto, ferma a 35, mentre dietro in penultima piazza rimane il Cuneo a 32 (che

ha battuto la Viterbese-Castrense per 1-0) e poi fanalino di coda il Prato, buon pareggio per 1-1 a Olbia. Sabato prossimo allo Zecchini, fischio d’inizio alle 14, 30, contro una lanciatissima Alessandria altra gara della verità per i minerari. Ma sognare adesso è davvero legittimo.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro