Quotidiani locali

Gavorrano firma l’impresa Dieci minuti per sognare

I ragazzi di mister Favarin rimontano nella gara contro la Pro Piacenza Tre punti di platino per continuare a sperare nella salvezza diretta

GROSSETO. È stata la settimana delle rimonte. In Champions league ed Europa League, certo, ma in misura ridotta la vittoria del Gavorrano sulla Pro Piacenza ha il sapore dell’impresa.

Per sperare nella salvezza diretta, infatti, i grossetani dovevano battere allo stadio “Garilli” una diretta concorrente. E in appena dieci minuti, dal pareggio di Remedi all’84’ passando per il gol vittoria di Damonte al 94’, la squadra di Giancarlo Favarin conquista tre punti di platino che sembravano impossibili dopo il gol del vantaggio piacentino con Musetti al 72’. In classifica i rossoblù del presidente Paolo Balloni salgono a 33 punti, a meno due dalla Pro Piacenza.

La cronaca. Buon inizio dei padroni di casa che dopo aver guadagnato un calcio di punizione dal limite nel primo giro di orologio ci provano al 5’ con Musetti, bloccato prima dell’ingresso in area di rigore dopo la buona iniziativa di Abate.

Al 24’ ancora Abate protagonista: il numero 29 della Pro Piacenza va in gol ma il direttore di gara Camplone annulla per posizione di fuorigioco. Poche occasioni da gol nella prima parte di gara, tanto che il primo tiro in porta arriva al 39’, quando Ricci prova una conclusione di sinistro dalla distanza controllata da Falcone. I padroni di casa spingono e un minuto più tardi ancora Ricci serve Musetti anticipato dall’ottima chiusura di Favale. Il Gavorrano si vede solo al 42’, quando Moscati ci prova con un sinistro al volo respinto dalla retroguardia rossonera. Nella ripresa il Gavorrano parte bene e al 48’ Gemignani pesca con un bel cross dalla destra Brega: l’attaccante maremmano controlla e tira, Gori salvato in corner da una deviazione. La squadra di Favarin esce dal guscio e mette pressione alla Pro Piacenza, anche se i padroni di casa al 56’ con Alessandro sono pericolosi con una punizione che sorvola di poco la traversa. Ancora rossoneri in avanti tre minuti più tardi con Ricci, tra i migliori dei suoi, che prova il sinistro murato bene da Marchetti. La gara è più vivace rispetto al primo tempo e dopo il primo cambio della gara, con Pea che inserisce La Vigna per Barba, la Pro Piacenza passa in vantaggio: è il 72’ quando proprio il nuovo entrato La Vigna scende bene sulla destra, scarico perfetto per Musetti che dal limite infila la palla all’angolino con Falcone che si allunga ma non riesce ad evitare l’1-0.

Nell’occasione del gol l’attaccante rossonero s’infortuna e viene sostituito da Messina, con la squadra che si schiera con un difensivo 5-3-2.

Favarin prova subito a rendere il Gavorrano più offensivo inserendo Malotti in attacco per il centrocampista Favale.

Il mister del Gavorrano mette dentro anche Riccardo Barbuti in avanti all’80’ e quattro minuti più tardi arriva il gol del pareggio: sugli sviluppi di un corner di Vitiello, Remedi raccoglie la torre di Damonte e firma l’1-1.

Il Gavorrano ora crede nel colpaccio e al minuto 88 il bomber maremmano Cristian Brega è già pronto ad esultare, ma il portiere della Pro Piacenza Gori compie un vero mircolo e sventa il’1-2.

Il gol vittoria è rimandato di 120 secondi: è il 94’ quando il centrocampista

Loris Damonte gira in rete dal dischetto di rigore la punizione battuta dal guerriero Leandro Vitiello.

Una vittoria che vale oro per il Gavorrano, che a 270’ ha a disposizione due gare casalinghe per fare un altro passo avanti verso la salvezza.



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro