Quotidiani locali

Una domenica decisiva per le sorti del Grifone

La vittoria con il Piombino dà forza ma non basta: caccia ai 12 punti rimasti I biancorossi tentanto di allontanare la coda dei playoff per scalare la classifica

GROSSETO. In una giornata di pioggia il risultato non poteva che sorridere alla squadra che in campo metteva sia Vento che Tuoni.

Il tentativo è quello di sdrammatizzare la situazione di classifica del Grifone che oggi sconforta soprattutto la proprietà, che comincia a temere un finale beffardo e di dover quindi misurarsi con la coda dei playoff.

Purtroppo, però, i rimpianti non fanno classifica e con il senno di poi saremmo tutti bravi in ogni campo della vita. Si deve per forza guardare avanti e cercare comunque di essere ottimisti. Mettere in saccoccia gli ultimi 12 punti rimasti sul piatto e gufare le due davanti, Cuoiopelli e Sangimignano, nella speranza che da qualche parte mollino almeno un pareggio.

Anche se a guardare il calendario altrui per la verità le speranze diventano davvero un piccolo barlume di luce. Anzi si può quasi dire con certezza, che i giochi per il Grosseto si faranno domenica prossima.

Il perché è presto detto: Grosseto di scena in casa dell'ultima della classe, l'Urbino Taccola, con l'obbligo assoluto di rispettare il pronostico. Nel contempo il Sangimignano giocherà a San Marco Avenza, mentre la Cuoiopelli va a Piombino. Se non perdono punti qua, i senesi hanno comunque il calendario peggiore, perché devono recuperare ancora la trasferta di Castelnuovo Garfagnana e giocare l'ultima di campionato, proprio a Piombino, con la squadra di Miano che può diventare arbitro della volata promozione, a patto che sia un Piombino diverso da quello svagato visto domenica allo Zecchini.

Ma la Cuoio se sbanca Piombino ha quasi un piede in serie D, perché pur perdendo poi a Grosseto conserverebbe un punto di vantaggio sulla squadra di Danesi e all'ultima giornata gioca in casa con una Larcianese ormai rassegnata a dover fare i playout. Grosseto che al massimo può chiudere a 66 punti. Sangimignano che può arrivare a 68 (ecco perché ai biancorossi serve almeno un pari della squadra di Ercolino per poterla agganciare). Cuoiopelli che può fare 70 (vincendo pure a Grosseto), o comunque chiudere a 67 perdendo col Grifone e se appunto vince a Piombino giocare allo Zecchini alla penultima con serenità (Sangimignano permettendo). L'importanza del recupero di Poggibonsi del 25 marzo, dipende dai risultati di domenica. Con la squadra di Bifini che viaggia a una media promozione e che rappresenta comunque un ostacolo durissimo per Ciolli e compagni.

Oggi, intanto, il Grosseto torna ad allenarsi finalmente per una settimana normale. Già la prossima sarà durissima, con il turno di Coppa

Italia al mercoledì e se fosse in trasferta (giovedì i sorteggi), in 7 giorni i torelli dovrebbero viaggiare tra Uliveto Terme, Massa Martana e Poggibonsi.

Continuare a far calcoli aiuta a poco. Vincerle tutte e sperare, è l'unica via rimasta.

Paolo Franzó

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro