Quotidiani locali

Ultimi in classifica Ma non è finita

Il Gavorrano può salire qualche gradino nelle prossime gare Il risultato con la Viterbese non racconta la realtà in campo

GAVORRANO. La sconfitta rimediata contro la Viterbese-Castrense non cambia poi molto i piani del Gavorrano.

Con il Prato che ha fermato in casa il Pisa (2-2), i minerari sono tornati solitari all’ultimo posto in classifica, fermi a quota 15 (lanieri saliti a 16 punti) con la quota salvezza diretta che si è allungata: il Cuneo (ora a 22 lunghezze) ha pareggiato 3-3 con la Pistoiese e la Pro Piacenza (25 punti) è andata ad impattare 0-0 a Olbia, con la Lucchese, oggi sarebbe salva a 26 punti, battuta a Piacenza, e emiliani che saranno gli avversari dei rossoblù domenica allo Zecchini.

A dare credito comunque ai ragazzi di Giancarlo Favarin è il calendario. In questo avvio del girone di ritorno il Gavorrano ha affrontato tutte le big, Livorno, Robur Siena e appunto Castrense, che guidano in fila la classifica, oltre all’Olbia che a 32 punti è a centro gruppo e in una posizione tranquilla. Considerazioni importanti e da sottolineare, anche perché ora, arrivano gare più abbordali per i minerari e che dovranno essere affrontate se possibile con una concentrazione maggiore. Al Rocchi di Viterbo i rossoblù hanno giocato un’onesta partita. La Viterbese-Castrense ha però trovato il gol del vantaggio dopo appena 5’, sfruttando un corto rinvio della difesa, la classica disattenzione che non ha fatto assolutamente piacere ai tecnici, che poi ha influito molto sull’andamento del match. Il raddoppio dei laziali dopo un’ora di gioco ha di fatto chiuso i conti, anche se nel finale Brega e compagni hanno comunque sfiorato il gol (Maistro per esempio, entrato a gara in corso ha battuto una punizione maligna a giro che poteva avere miglior sorte), dando così segnali che il gruppo non vuole mollare. Vietato dunque abbattersi, anche perché di note positive ce ne sono ad iniziare dal portiere Falcone che ha saputo districarsi in situazioni complicate e ottimo nelle uscite alte. La difesa invece deve gioco forza essere registrata, ed è il reparto che in sostanza deve oliare i meccanismi, considerando che l’affiatamento tra tutti i nuovi non è una merce che si può trovare al mercato ed è indispensabile un po’ di tempo.

Da evidenziare la forza della Viterbese-Castrense

che con la partita contro il Gavorrano ha mantenuto imbattuta la propria porta per la sesta gara consecutiva, in Italia al momento in campionato solo la Juventus di Massimiliano Allegri può vantare un record migliore con sette gare.

Enrico Giovannelli

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro