Quotidiani locali

La Tirreno-Adriatico fa tappa nel golfo

Il traguardo a Pratoranieri: 167 chilometri sul territorio follonichese per la cinquantaduesima edizione della corsa

LORETO. È stata presentata ieri mattina nella Sala Macchi del santuario di Loreto l’edizione 2018 della Tirreno-Adriatico in programma dal 7 al 13 marzo ed organizzata da Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport. Un percorso molto tradizionale che vedrà il ritorno del ciclismo professionistico a Follonica che sarà sede di arrivo e partenza di tappa. I corridori arriveranno nella città del golfo nella seconda frazione di giovedì 8 marzo che partirà da Camaiore con traguardo sul lungomare di Pratoranieri, una tappa molto probabilmente appannaggio dei velocisti, per ripartire venerdì mattina 9 marzo verso Trevi con conclusione riservata ai finisseur.

Sarà l’edizione che ricorderà lo sfortunato Michele Scarponi con un arrivo a Filottrano, dove il ciclista scomparso la scorsa primavera abitava. Scarponi fra l’altro ha avuto un buon rapporto con la corsa dei due mari finendo tre volte sul podio con la ciliegina del successo nel 2009.

«La Tirreno–Adriatico è da sempre una delle corse più affascinanti del panorama internazionale – le parole di Mauro Vegni, direttore degli eventi ciclismo di Rcs – basta scorrere l’elenco dei partenti e l’albo d’oro di 52 edizioni per rendersene conto. Tutti i grandi campioni sono presenti. 184 paesi collegati nei cinque continenti, oltre 250 media italiani e internazionali presenti all’evento, sono il segnale che questa corsa ha un seguito che poche gare al mondo possono avere».

Dal punto di vista tecnico la corsa ricalca il copione degli ultimi anni. «Ci saranno due cronometro iniziale e finale, due tappe per velocisti due per finisseur e un arrivo in salita quest’anno sul Sassotetto – spiega Stefano Allocchio, direttore di corsa – la formula che abbiamo proposto è risultata vincente e dà la possibilità a tutti gli atleti di esprimere al meglio le proprie caratteristiche e di incoronare alla fine delle sette tappe un atleta completo e di altissimo livello».

La tappa di Follonica misura167 chilometri, i corridori dopo il via da Camaiore raggiungeranno la costa livornese transitando per Collesalvetti, Cecina, Donoratico, San Vincenzo e Venturina prima del circuito all’interno di Follonica che prevede tre giri per un totale di 25 chilometri e che toccherà la zona nord della città fino alla stazione ferroviaria con arrivo sul lungomare di Pratoranieri. Il giorno dopo la corsa partirà da piazza XXV Aprile sul lungomare in pieno centro per proseguire verso l’interno con i passaggi a Roccastrada e Paganico prima dell’ingresso nella provincia di Siena e il resto del tracciato che porterà i ciclisti a Trevi dopo 234 chilometri, tappa più lunga della corsa. In totale la Tirreno-Adriatico 2018 misurerà 982, 5 chilometri.

I corridori
italiani stanno vivendo il digiuno di vittorie di tappa più lungo nella storia della Tirreno-Adriatico. La sequenza di tappe senza vittorie italiane ha toccato nel 2017 quota 17. L’ultimo successo italiano lo firmò Adriano Malori nella cronometro d’apertura del 2015.



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik