Quotidiani locali

Follonica, una prova magistrale. E arrivano tre punti meritatissimi

Hockey A1: la vittoria sul Valdagno costruita soprattutto nel corso del primo tempo (4-0) Match iniziato con un quarto d’ora di ritardo per contestazioni sulla pettorina del portiere ospite

FOLLONICA. Tre punti d’oro per il Follonica Hockey che inizia il 2018 nel migliore dei modi vincendo in maniera netta la sfida casalinga con il Valdagno per 6-2. Una partita condotta magistralmente dagli azzurri soprattutto nella prima parte del primo tempo quando i padroni di casa hanno costruito il vantaggio, poi decisivo, di 4-0 nel quarto d’ora iniziale. Prevedibile la reazione dei vicentini che però si sono solamente avvicinati agli azzurri, mai davvero in difficoltà se non nella parte finale della prima frazione. Una partita dai mille episodi, molti dei quali successi fuori dal campo.

Si è iniziato con un quarto d’ora abbondante di ritardo per la contestazione del Follonica alla pettorina del portiere ospite Cunegatti che poi però è stato autorizzato a giocare nonostante la sua sagoma fra i pali fosse nettamente più abbondante di quella, ad esempio, del collega Menichetti. La maggior copertura fra i pali però non ha aiutato il portierone valdagnese perché nella prima parte della partita c’è solo il Follonica in campo: vantaggio al 4’ con Fede Pagnini che insacca su preciso diagonale dal limite; raddoppio sempre del capitano che spizza davanti porta un assist di Banini; tris di Banini che al 7’dal limite indovina l’angolino da fuori. Al 12’, con gli azzurri in power play, si fa poi male Cunegatti che è costretto ad uscire lasciando il posto a Comin che dopo quattro minuti capitola sulla precisa girata di Saavedra in area. Qui il Follonica inizia ad abbassare il ritmo e a gestire la manovra mentre il Valdagno cambia marcia e cerca di accorciare il campo creando qualche pericolo dalle parti di Menichetti; in tre minuti Romero prima su girata in area e Montivero poi su fortunoso contropiede riaprono una sfida che sembrava già in ghiaccio.

Nella ripresa il Valdagno prova ancora ad accorciare creando pericoli in area con il movimento continuo di Romero e Tataranni ma Menichetti è sempre attento, al 6’poi Comin stende Martinez e Cunegatti è costretto seppur infortunato a rientrare (fra l’altro con la pettorina proprio di Comin, segno che forse la sua in origine non è che fosse poi così regolare...) ma non può nulla sul tiro libero di Martinez per il 5-2. È il gol che ridà fiducia al Follonica che, seppur con ancora molti minuti da giocare, può gestire meglio le forze anche se la partita adesso la fa giocoforza il Valdagno. Un contropiede di Banini, un palo dello stesso Banini e l’errore di prima
di Martinez per il decimo fallo ospite potrebbero chiudere i conti già al 15’, il gol finale arriva al 23’40 con entrambe le squadre in tre (espulsi Fariza prima e Paghi poi) e regala al Follonica un 6-2 più che meritato, fondamentale anche nella differenza reti negli scontri diretti.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon