Quotidiani locali

Tutti in campo per il 2018 di fuoco

Il Grifone torna ad allenarsi in vista di una serie di sfide decisive. Cipolloni: «Al massimo già ad Aulla»

GROSSETO. «Arrivano le partite che contano e dobbiamo essere preparati, sin da domenica prossima a Aulla».

Sono le parole di Cristiano Cipolloni, il portierone biancorosso che ieri insieme alla squadra, ha ripreso gli allenamenti al Palazzoli. Gruppo quasi al completo, fatta eccezione per Del Nero, che si era fatto male a un ginocchio nell'ultima sessione di allenamento del 2017; un'autentica disdetta, quasi una maledizione, visti i tanti, troppi precedenti. Per il difensore sono previsti oggi gli esami strumentali, con la speranza che non si tratti di nulla di serio. Grosseto dunque di nuovo in campo dopo una lunga sosta.

Troppo lunga? «Difficile da dire - risponde Cipolloni - certo, prima della sosta stavamo andando bene e spezzare il ritmo non è mai bello. Però, debbo anche dire che in questo periodo di festività abbiamo lavorato tanto e fatto decisamente un buon lavoro. Insomma, non abbiamo perso la concentrazione e siamo tutti assolutamente sul pezzo».

Domenica pomeriggio ad Aulla e poi, mercoledì prossimo a Firenze, per la finale di Coppa Italia. C'è il rischio di essere distratti? «Assolutamente no. Adesso lavoriamo solo in funzione della partita con La Portuale. E' fondamentale non perdere altri punti in classifica e loro in casa sono una squadra temibile che ha messo
in difficoltà tutti. Guai andare in campo domenica, con la testa a Firenze. Ma non credo che possa accadere, anche perché adesso il mister ha a disposizione una rosa talmente ampia, che può tranquillamente ragionare in chiave del doppio impegno ravvicinato».

Paolo Franzò

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro